Xiaomi partecipa a Esport Fest e porta a tutti i gamers la connettività 5G

La società cinese sempre più presente e apprezzata in Italia ha da poche ore annunciato la partecipazione a Esport Fest, la manifestazione interamente dedicata al mondo degli esport, per mettere l’esperienza del 5G a disposizione di tutti i giocatori nelle finali del campionato nazionale organizzato da ESL e Vodafone.

Grazie alla collaborazione tra ESL, la piattaforma leader nel mondo degli esport, e Vodafone, a partire da oggi, durante la prima edizione di Esport Fest a Roma, all’interno della prestigiosa cornice del Palazzo dei Congressi, si svolgerà la finale della Winter Season della “ESL Vodafone Championship”, che decreterà i campioni nazionali di League of Legends e Clash Royale.

Non solo, si concluderà anche la prima edizione dell’ESL Campionato nazionale PlayStation, che nel corso di quest’anno ha visto numerosi partecipanti misurare le proprie abilità a Tom Clancy’s Rainbow Siege: Siege e Crash Team Racing Nitro Fuled.

Per chi fosse interessato dalle 12:00 alle 13:30 di domenica 8 dicembre è previsto il torneo Clash Royale di Mi Community interamente giocato su rete 5G, che consentirà ai Mi Fan italiani di salire sul palco di Esport Fest per giocare con Lonny The Wolf e Teknoyd a Clash Royale, e portare la propria squadra alla vittoria.

La partecipazione di Xiaomi a Esport Fest, accanto a partner di eccezione come ESL e Vodafone, si inserisce in un percorso strategico volto a rivoluzionare la vita quotidiana delle persone attraverso il gaming. Infatti, grazie a questa collaborazione, tutti i gamer potranno cimentarsi in una nuova esperienza di gioco su Mi MIX 3 5G.

Mi MIX 3 5G: uno dei primi smartphone 5G

Mi MIX 3 5G è alimentato dalla piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon 855 e dal modem 5G Qualcomm Snapdragon X50 con ricetrasmettitore integrato e soluzione RF front-end di Qualcomm Technologies. La CPU Qualcomm Kryo 485 octa-core assicura un perfetto equilibrio tra prestazioni ed efficienza energetica. Le prestazioni del singolo core sono fino al 45% più veloci, un grande salto di qualità rispetto alla generazione precedente.

La GPU Qualcomm Adreno 640 garantisce prestazioni superiori del 20%, rispetto alla generazione precedente. Il processore Qualcomm Hexagon 690 raddoppia il numero dei processori vettoriali e inserisce un acceleratore tensor di ultima generazione, ottenendo prestazioni AI fino a tre volte più veloci con il motore Qualcomm AI di quarta generazione.

L’impegno di Xiaomi nel 5G

Xiaomi ha puntato su una soluzione 5G già nel maggio 2016, creando un team per lavorare sugli standard e iniziare la ricerca sul 5G. Essendo uno dei principali attori al lavoro sulle sperimentazioni del 5G, Xiaomi ha testato con successo la connessione del segnale n78 nel settembre 2018, e ha completato il test del segnale mmWave (onda millimetrica) un mese dopo. A quel tempo, solo pochi produttori di smartphone in tutto il mondo avevano condotto con successo questi test.