Applicazioni

WhatsApp: a rischio la privacy delle conversazioni

Il colosso della messaggistica istantanea ha convinto sempre di più i propri utenti e guadagnato la loro fiducia grazie al sistema di crittografia end-to-end. Sebbene il 90% degli utenti molto probabilmente non sono realmente a conoscenza di come funziona questo sistema, si sentivano più protetti e meno “osservati”. Non è oro tutto quel che luccica purtroppo, e questo episodio ne è un chiaro esempio.

Una falla proprio in questo sistema di crittografia sta momentaneamente mettendo a rischio la riservatezza di tutti gli utenti WhatsApp, mentre gli ingegneri dell’azienda stanno gareggiando contro il tempo per riparare la situazione e prevenire danni davvero gravi. Il rischio derivante da questo problema software è l’ipotetica possibilità di un malintenzionato di entrare a far parte di chat di gruppo, potendo raccogliere così tutte le informazioni sensibili del caso come numeri di telefono immagini e altro.

Ci auguriamo ovviamente che tutto venga fixato al più presto. Il mio consiglio personale è di inviare tramite social network solo contenuti che, se resi pubblici, non ci causerebbero un danno d’immagine o a altri problemi. Nell’era di Internet, degli smartphone e dei social network la privacy è ciò che noi scambiamo in cambio di tutti i vantaggi del caso. Non dimenticatelo e siate prudenti. Se il tema della privacy correlata all’uso del telefono vi intriga, ecco un approfondimento al riguardo.


Fai click per commentare
Vai su