Operatori Telefonici

Vodafone: la rete mobile 4G da record arriva in Italia

Il più grande operatore telefonico al mondo fa la voce grossa e, in Italia, mostra a tutto il settore tecnologico fino a che punto è in grado di spingere la propria rete mobile 4G, portando la sua velocità ad una potenza mai vista sino ad ora, oltre 1 Gbps.

A Milano, combinando tutte le frequenze radio attualmente disponibili sugli apparati commerciali e con l’ausilio di tecnologie fornite da Huawei, la rete 4G di Vodafone è riuscita a raggiungere la stratosferica velocità di 1,2 Gigabit al secondo, la più alta mai toccata nel nostro Paese.

Seppur non ancora sfruttabili dagli utenti le reti che superano il Gbps aprono la strada a miriadi di opportunità, sia per le imprese che per i consumatori, dall’intrattenimento alla telemedicina, dalle connected car alla realtà aumentata, fino ad arrivare alla domotica avanzata, garantendo così un utilizzo facilitato e contemporaneo all’accesso di molteplici utenti.

Attualmente più della metà dei dati mobili sotto rete Vodafone sono in 4G che, raggiungendo il 95% della popolazione italiana in otre 6100 comuni, detiene il titolo di “migliore rete mobile 4G in Italia”, conferitogli dall’Istituto Tedesco di Qualita e Finanza e dalla società di ricerca P3 Communucations.

Oltre al test della rete mobile il noto gestore rosso ha ottenuto un ulteriore record, quello riguardante la velocità della banda ultra larga su rete in Fibra, la quale ha raggiunto i 10 Gbps. Investendo molto sui propri apparati Vodafone si conferma nuovamente come miglior operatore di telefonia. Siete d’accordo?

5 Commenti
  • Valerio Stipani

    Troppo facile fare i migliori dentro i laboratori…

    • NikoHCW

      Concordo con te… Ma dà di sicuro un barlume di speranza per le linee italiane

  • Pingback: My Vodafone Hack, il concorso italiano per giovani sviluppatori()

  • Pingback: Torna Vodafone Special 3GB, 1000 minuti e 3GB a 7€()

  • Alex

    Personalmente, tutta questa velocità decantata negli spot, non l’ho mai vista. E non parlo del piccolo comune in cui risiedo, perennemente in edge, ma anche in grandi città. Ed aggiungo, che l’estate scorsa presso una nota località balneare, ho dovuto selezionare manualmente l’h+, che navigava meglio del 4G. Qui in Italia, con le chiacchiere andiamo davvero veloci, non certamente internet.

Vai su