Notizie

Vendere in negozio servizi di telefonia: ecco come fare

I servizi di telefonia relativi al mondo mobile sono al giorno d’oggi necessari per una grande varietà di utenti, e non è un caso che essi vengano messi a disposizione nella maggior parte dei pubblici esercizi: basti pensare alle ricariche per il traffico telefonico dei cellulari, che si trovano anche dai tabaccai o al supermercato. Chi gestisce un’attività commerciale può ritenere che sia un affare vendere servizi di questo genere, che al di là del guadagno immediato che garantiscono, sono utili per agganciare e fidelizzare la clientela. Insomma, una persona entra in tabaccheria per fare una ricarica e, già che c’è, si prende un caffè e acquista un pacchetto di gomme da masticare.

Come sono cambiati i servizi di telecomunicazioni

Quando si parla di servizi di telecomunicazioni si fa riferimento, tra l’altro, all’ADSL, oltre che a quelli di telefonia mobile. Essi sono dei prodotti complementari che possono essere scelti dagli esercenti e messi a disposizione per attirare clienti nuovi. I centri servizi, i negozi di elettrodomestici e i rivenditori di computer sono solo un esempio dei tanti esercizi che assicurano questa opportunità, anche perché i costi da sostenere a tale scopo sono davvero minimi. L’intera erogazione, infatti, si verifica online, il che vuol dire che è sufficiente essere muniti di un computer che sia connesso in Rete. Anche nel caso in cui il cliente scelga un abbonamento che prevede la fornitura di materiale (come per esempio una Internet Key o un telefonino), il tutto viene inviato a domicilio direttamente dall’operatore, a completo vantaggio dell’esercente che non si deve preoccupare dell’approvvigionamento.

Come vendere i servizi di telefonia Fastweb

Chi gestisce i negozi di telefonia fastweb e vendere i servizi del provider telefonico deve essere adeguatamente preparato e conoscere le offerte più importanti, per sapere quali sono i prodotti migliori da promuovere, di quali sconti si può approfittare (e fino a quando), in che modo devono essere approcciati i clienti, e così via. Una preparazione di base, dunque, è indispensabile: questa è la ragione per la quale un’azienda come Fastweb prevede dei corsi specifici di formazione, unitamente a un’assistenza tecnica ad hoc per il canale di vendita.

Come affrontare le richieste dei clienti

Il compito più importante di un negoziante (in questo settore ma non solo) è quello di riuscire ad assecondare nel più breve tempo possibile le richieste della clientela, fornendo le informazioni necessarie per una decisione di acquisto consapevole. Occorre distinguere tra i clienti che scelgono un servizio perché sono stati consigliati da altri e clienti che, invece, sono ben decisi in merito alle proprie intenzioni. In questo secondo caso, l’esercente dovrebbe indagare le ragioni della scelta e della convinzione del cliente, anche per sfruttare tale consapevolezza con gli altri clienti. La sincerità è sempre apprezzata e assicura i risultati auspicati: il cliente deve essere fatto sentire importante e apprezzato.

Come gestire i clienti poco informati

Non sono rari i casi di clienti poco informati: quelli che, come si accennava in precedenza, sono stati consigliati da altri, ma anche quelli che giungono in negozio perché hanno sentito o visto una pubblicità. In queste circostanze, al negoziante tocca illustrare nel dettaglio le caratteristiche, i pregi e i difetti del servizio o del prodotto che stanno per essere acquistati. Il coinvolgimento del cliente nel processo di acquisto può richiedere più tempo, ma è indispensabile per fare in modo che egli sia effettivamente convinto di ciò che sta per comprare e, in un momento successivo, ne sia soddisfatto, magari al punto di consigliare quel negozio anche ai propri conoscenti.

Fai click per commentare
Vai su