“Vendiamo la Gioconda per salvare la cultura”, la proposta della Francia

La Gioconda
La Gioconda di Leonardo da Vinci

Penso che potrebbe essere un buon affare, da un punto di vista economico e anche culturale. A tempi straordinari, risposte inedite. Vendiamo il gioiello di famiglia. Non certo per fare cassa ma per finanziare il rilancio di un mondo della cultura che altrimenti rischia di non sopravvivere al coronavirus.

Lo ha detto Stéphane Distinguin, nonché fondatore della società Fabernovel specializzata in consulenze sull’innovazione digitale, in un’intervista rilasciata qualche giorno fa alla rivista Usbek & Rica.

Il motivo sarebbe dovuto alla crisi economica legata alla pandemia da Coronavirus che sta investendo non solo l’Italia, ma la maggior parte dei Paesi Europei e mondiali, tra cui anche la Francia.

Secondo Stéphane Distinguin una delle soluzioni per far fronte a questa situazione disastrosa sarebbe proprio quella di vendere la Gioconda per almeno 50 miliardi di euro a qualche principe arabo o, addirittura, organizzare delle tournée per rilanciare il turismo.