Definizione e significato di username

username

Quando abbiamo a che fare per la prima volta con un dispositivo informatico o con un servizio internet ci viene spesso chiesto di creare un account, inserendo un username ed una password. Ma cosa significa e a cosa serve l’username?

Qualora ti stessi ponendo questa domanda, allora questa è la guida che fa al caso tuo. Qui di seguito, infatti, noi di PhoneToday ti mostreremo il significato del termine “username”, spiegandoti quando viene utilizzato e perché.

Username, tutto quello che c’è da sapere: cosa significa e a cosa serve

La parola “usarname” è molto utilizzata al giorno d’oggi e domandarsi quale sia il suo significato è del tutto legittimo. In questa guida cercheremo di fare luce su tutti i tuoi dubbi circa questo termine informatico.

Cosa significa username?

La parola “username” deriva dalla lingua inglese e significa letteralmente “nome utente”. Con questo termine viene identificato in maniera univoca un utente su un determinato programma, dispositivo, sito web o qualsiasi altro servizio che richiede di essere autenticati.

A cosa serve l’username?

Il concetto di username è molto semplice. Si tratta di una di una parola – un nome, per l’appunto – che rappresenta un utente su un particolare sistema informatico.

Spesso ha dei sinonimi più o meno utilizzati come: nome utente, user ID, account name e login ID. Costituisce un valido strumento di autenticazione e quasi sempre viene associato ad una password.

Solo tramite il corretto inserimento di username e password si potrà infatti accedere liberamente al servizio o al dispositivo associato.

Ad esempio, all’interno di una chat un Admin potrà accedere al proprio profilo e accedere alle sue funzioni particolari (come ad esempio espellere altri utenti) solo dopo aver inserito il proprio nome utente.

Come creare un username?

In genere, un username viene creato direttamente dall’utente durante la fase di registrazione ad un servizio o quando viene configurato per la prima volta un dispositivo informatico.

Nella maggior parte dei casi ha una lunghezza che va dai 6 ai 14 caratteri alfanumerici.

Ogni volta che si crea un username si può dare libero sfogo alla propria fantasia, anche se in alcuni contesti è meglio prestare attenzione al tipo di parola creata, specialmente quando si deve creare un username che dovrà essere associato al proprio indirizzo e-mail.

Esempi di username

Come detto, l’username è una parola personale e varia in base al contesto in cui viene utilizzato. Se ad esempio un persona si chiama Mario Rossi, un valido username potrebbe essere mariorossi, mario.rossi, mrossi, rossim, mario_rossi e così via.

Spesso viene accompagnato dalla propria data di nascita o da un’altra data o sequenza numerica.

Ovviamente, sullo stesso sistema o dispositivo non possono esistere più utenti identificati con lo stesso username. È importante quindi trovare una parola originale e che non sia stata utilizzata da altri utenti.

Se hai problemi a trovare un username originale, su internet esistono alcuni servizi, come quello offerto da LastPass, che permettono di crearne uno in maniera completamente casuale e sicura.