Una festa prestigiosa dagli Stati Uniti presenta: TikTok sarà bandito e rimosso dagli app store

FICORA vuole TikTok fuori dagli app store di Apple e Google. L’origine cinese della domanda è motivo di preoccupazione e la FCC sta ora lavorando per affrontare la situazione.

Brendan Carr, uno dei principali commissari della FCC, ha inviato una lettera ad Apple e alla società madre di Google, Alphabet, chiedendo la rimozione dei rifiuti tecnologici dagli app store di TikTok sulla base della condivisione e della visione di brevi video. Apple e Google sono i maggiori attori del settore, quindi la rimozione avrebbe un enorme impatto sulle operazioni di TikTok.

TikTok è un’applicazione molto popolare di proprietà della cinese ByteDance. L’origine cinese dell’applicazione è stata messa in dubbio in passato e negli ultimi anni è stato studiato anche il funzionamento dell’applicazione negli Stati Uniti.

Il commissario FCC Carr afferma che l’aspetto di TikTok potrebbe essere deludente.

“TikTok non è quello che sembra superficialmente. Non è solo un’app per condividere video e meme divertenti. Si tratta solo di vestiti da pecora “, scrive Carr nel testo di copertina di una lettera che ha condiviso su Twitter.

“In sostanza, TikTok funziona come uno strumento di monitoraggio avanzato, raccogliendo enormi quantità di informazioni personali e sensibili sui suoi utenti”, continua Carr.

Una lettera agli amministratori delegati di Apple e Alphabet è datata 24 luglio e il commissario FCC chiede che i rifiuti vengano rimossi dagli app store di TikTok. Secondo Carr, le società hanno tempo fino all’8 luglio per presentare rapporti approfonditi se non è prevista alcuna azione.

Su Twitter, Carr scrive che l’azione è necessaria perché TikTok ha “agito costantemente in segreto” durante l’elaborazione dei dati degli utenti. La lettera stessa si riferisce anche a un caso che aveva acceso il dibattito all’inizio di giugno.

BuzzFeed News ha riferito il 17 giugno che i dipendenti di TikTok in Cina avrebbero avuto accesso ai dati raccolti dagli utenti statunitensi da settembre 2021 a gennaio 2022. Secondo la CNBC, TikTok ha reagito rapidamente al rapporto in quel momento, dicendo che avrebbe aggiornato i modi in cui i dati sugli Stati Uniti sono archiviati su server.

Tutto sommato, tuttavia, le azioni di TikTok non hanno convinto la FICORA statunitense, e ora l’app viene richiesta da App Store e Google Play. Apple e Google Alphabet e le loro società madri non hanno ancora commentato il caso.