Streaming

Netflix sotto accusa: le scene di fumo nelle Serie TV sono troppe

E’ di pochi giorni fa l’ultimo report pubblicato da Truth Initiative, un’associazione statunitense impegnata nella lotta contro il fumo, che punta il dito verso il colosso dello streaming – parliamo di Netflix ovviamente – accusandolo di promuovere in maniera del tutto implicita l’abitudine del tabagismo attraverso le proprie serie televisive.

Stando a quanto riportato dalla ricerca “While You Were Streaming” il 79% degli show più visti dai giovani con un’età compresa tra i 15 e i 24 anni contiene troppe scene di fumo, tanto che il CEO dell’organizzazione per la salute pubblica ha affermato “abbiamo assistito ad un ritorno pervasivo di immagini di fumo, un’abitudine mortale mostrata a milioni di giovani impressionabili“.

In cima a questa classifica troviamo Stranger Things con 182 scene in cui i protagonisti fumano una sigaretta, seguito da The Walking Dead con 94 episodi di questo tipo, Orange is the new Black con 45, House of Cards con 41, Fuller House con 22 e infine Making a Murderer e Modern Family con “sole” 20 scene in cui appare il tabacco.

Truth Initiative ha messo in luce come gli incidenti legati a episodi di fumo mostrati da Netflix nelle proprie Serie TV siano ben 319, più del doppio rispetto ai 139 mostrati dai programmi trasmetti dalla televisione via cavo. Come era facile immaginare Netflix non si è fatto attendere nella risposta, ribattendo “mentre lo streaming è più popolare che mai, siamo contenti che il fumo non lo sia. Siamo anche interessati a saperne di più sullo studio“.

Fai click per commentare
Vai su