Trump e la proposta shock di iniettare disinfettante nelle vene: “Stavo scherzando”

Ha fatto molto discutere la proposta assurda di Donald Trump di iniettare nelle vene dosi di disinfettante nei pazienti affetti da Coronavirus in modo da ripulire l’organismo dal virus.

Dopo le sue dichiarazioni medici, operatori sanitari, aziende di disinfettante si erano subito premurati di mettere in guardia i cittadini: “Non fatelo mai, è da irresponsabili e molto pericoloso.

La proposta shock di Trump

Le parole di Trump avevano creato una vera e propria bufera e proprio per questo il Presidente degli Stati Uniti ha precisato ai giornalisti:

“Era una proposta sarcastica. Stavo rispondendo a una domanda in maniera sarcastica a giornalisti come te, così per vedere cosa succedeva”.

Le spiegazioni di Trump non hanno convinto molto la popolazione e gli esperti, che ancora si chiedono se quell’idea fosse sarcastica oppure no. Fatto sta che, se pur fosse uno scherzo, si è causato un rischio molto alto che qualche cittadino possa realmente fare ciò che Trump ha suggerito.

Il problema della disinformazione infatti è molto grave e non bisogna sottovalutarlo, tant’è che in Italia si sono scagliati contro il Presidente degli Stati Uniti anche medici ed esperti di alto livello, come il virologo Burioni che ha commentato duramente:

“Su simili affermazioni non ho commenti da fare, sinceramente. In momenti come questo tutti coloro che hanno grandi responsabilità devono misurare le parole, perché i danni della disinformazione medica possono essere tragici