Curiosità

Falla nei resi di Amazon, coppia americana truffa 1,2 milioni di dollari

Il colosso dell’e-commerce ha da sempre adattato una politica di reso con i propri utenti molto elastica e permissiva. Questa individui hanno tentato di truffare Amazon sfruttando un raggiro, accumulando oltre 1 milione di dollari. Ora però dovranno restituire il denaro e trascorrere probabilmente qualche anno in prigione.

Truffano Amazon, accumulati oltre 1 milione di dollari

Ben 1,2 milioni di dollari, di cui 725 mila destinati alla loro parte, sono stati intascati da una coppia statunitense, Erin e Leah Finan. Il loro piano, a tutti gli effetti criminale, prevedeva lo sfruttamento della politica di reso dei prodotti venduti tramite Amazon.

Essendo questa sufficientemente permissiva, i due, con l’aiuto di un terzo complice, avevano avviato un vero racket. Acquistavano vari beni su Amazon, appartenenti al settore elettronico. Fotocamere GoPro, console, smartwatch e tablet dei marchi più rinomati erano segnalati come malfunzionanti e pertanto il colosso ne inviava una copia sostitutiva.

La coppia ovviamente non spediva il prodotto dichiarato difettoso e li immetteva in una sorta di mercato nero e ne ricavava un gran profitto. Questa fase dell’operazione era assegnata al terzo componente della truffa, Glumac, che aveva anche creato centinaia di identità online false e altrettanti account Amazon. Il servizio di ispezione postale statunitense ha però scoperto la macchinazione e adesso i tre dovranno rispondere di reati molto gravi, dalla frode postale al riciclaggio.

La cifra, per quanto importante, non può minimamente scalfire Amazon, il cui valore è di 500 miliardi di dollari. Una superpotenza totale ed inarrestabile, che a suon di acquisizioni continua ad egemonizzare il mercato online e non. Certo, dopo questo spiacevole episodio, potrebbe inasprire i termini di servizio per quanto riguarda il reso della merce acquistata.

Fai click per commentare
Vai su