Stray – Il gatto muore alla fine?

Se sei preoccupato per il nostro caro protagonista felino in Stray e ti chiedi “alla fine muore?” Bene, abbiamo la risposta per te.

La seguente guida spiegherà cosa succede effettivamente al gatto alla fine del gioco. Imparerai anche come sbloccare l’obiettivo “Niente più vite”, che è in qualche modo correlato alla salute del gatto.

Il gatto muore nel randagio?

Suppongo di sì… ma anche di no. Dipende da come lo chiedi davvero. Se stai chiedendo se il gatto muore davvero, allora sì.

In Stray, ci sono molte situazioni pericolose che rappresentano una minaccia per il nostro caro gatto, se subisce abbastanza danni durante quegli incontri, morirà, anche se non in modo permanente. In qualsiasi momento del gioco, il gatto può morire ma è anche in grado di respawnare in un checkpoint precedente.

Se chiedi, beh, il gatto muore davvero per sempre? Allora la risposta sarebbe no. Il nostro protagonista felino per fortuna vive attraverso la storia per raccontarla. Sì, si ferisce nel corso della storia ma è in grado di ripristinare la sua salute in seguito.

Nel finale di Stray, il nostro gatto viene visto scappare dai confini della città, apparentemente illeso.

Come sbloccare No More Lives Achievement in Stray

Ottenere questo trofeo è abbastanza semplice. Tutto quello che devi fare è morire per un totale di nove volte in qualsiasi momento del gioco. Come dice il proverbio globale: “un gatto ha nove vite”. Questo risultato completa quel detto particolare. Ancora una volta, puoi morire in qualsiasi momento all’interno del gioco, ma finché sono nove volte, otterrai l’obiettivo.

La prima possibilità che hai di completare questo obiettivo è durante il Capitolo 2: Dead City, in particolare durante l’Inseguimento di Zurigo, dove devi scappare da insetti mortali.

Tutto quello che devi fare è, invece di scappare, lasciare che ti uccidano nove volte. Puoi continuare a premere X (su PlayStation) per respawnare una volta morto e, una volta raggiunta la soglia, ti guadagnerai l’obiettivo “Niente più vite”.