Curiosità

Diciamo addio al roaming in Europa, dal 15 giugno niente più costi aggiuntivi

Gli alti costi di roaming sono sempre stati un grande problema per chiunque si dovesse recare all’estero. Consiste infatti nel sovrapprezzo che si deve pagare utilizzando una scheda SIM di uno Stato in un altro. Fortunatamente da pochi giorni ci sono importanti e interessanti novità a riguardo.

Come riportato anche dai colleghi di Keyforweb.it, con l’entrata in vigore di una normativa dell’Unione Europea, a partire dallo scorso 15 giugno 2017 sono stati aboliti i costi di roaming all’interno di tutta l’Unione Europea. E’ necessario però chiarire questa notizia perché ci sono dei precisi limiti di corretto utilizzo.

Ogni operatore stabilisce un limite di utilizzo, superato il quale il cliente dovrà pagare in base al consumo. E’ sempre meglio chiarire questi aspetti con il proprio operatore prima di partire per un viaggio. Solitamente si viene avvisati al momento del superamento della soglia dei 60 Euro di connessione dati. Il costo previsto per la navigazione internet è di 7,70 Euro per GB più iva, gli SMS non devono costare più di 1 centesimo più iva e le telefonate non più di 3,2 centesimi + iva al minuto.

Bisogna poi tenere presente che all’estero si possono utilizzare solo i GB inclusi nel proprio piano tariffario e non quelli regalati da offerte come Porta un amico o i pacchetti aggiuntivi che offrono vari GB a pochi euro in più. Inoltre è consentito l’uso del roaming solo per soggiorni occasionali. Superati i quattro mesi l’operatore può contattare il cliente per verificare se ha trascorso più tempo all’estero rispetto al traffico nazionale e chiedere spiegazioni. In questo caso potrebbero essere applicati dei sovrapprezzi.

I Paesi aderenti a questo accordo sono ben 29. Sono escluse Svizzera, San Marino, Albania e la Repubblica Turca di Cipro del Nord. Al momento la Gran Bretagna è inclusa nei Paesi aderenti. Secondo noi è ottimo poter navigare su internet e telefonare dall’estero senza spendere una fortuna. E  voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento!

Fai click per commentare
Vai su