Stai pensando di acquistare un nuovo MacBook Air con M2? Il modello a prezzi di partenza ha lo stesso lato negativo che è stato rivelato in precedenza con il MacBook Pro

Le prime recensioni del nuovissimo MacBook Air di Apple con il chipset M2 sono state pubblicate oggi prima dell’inizio delle consegne ai clienti venerdì 15 luglio.

MacBook Air è diventato disponibile per l’ordine dall’8 luglio al prezzo di 1.559 euro.

Come in precedenza con il MacBook Pro dotato di M2, nelle valutazioni è stato riportato che la memoria di archiviazione della versione più piccola da 256 gigabyte del nuovo MacBook Air funziona più lentamente di altri e, in base ai risultati dei test precedenti con MacBook Pro, fino a 50 percento più lento rispetto al precedente MacBook Air dotato di M1. Questo perché Apple è passata a utilizzare un solo chip di memoria NAND nelle sue ultime versioni da 256 gigabyte dei suoi laptop, invece dei precedenti due chip di memoria NAND da 128 gigabyte.

Una memoria di archiviazione più lenta può apparire, ad esempio, quando si aprono applicazioni e si trasferiscono file più lentamente su un MacBook Ar dotato di M2 e 256 gigabyte di memoria di archiviazione rispetto al suo predecessore o nelle nuove versioni con una memoria di archiviazione più ampia.

Nell’uso reale, tuttavia, la grande differenza probabilmente non si nota nella maggior parte delle situazioni, e anche il MacBook Air M2 dotato di 256 gigabyte di memoria è nel complesso molto potente. Quando consideri l’acquisto di un MacBook Air, dovresti essere consapevole della differenza nella velocità della memoria di archiviazione relativa alla versione più economica del modello da 256 gigabyte. Scegliere una memoria di archiviazione a 512 gigabyte e allo stesso tempo più veloce costa 230 euro in più nello store online di Apple.

“Grazie all’aumento delle prestazioni di M2, il nuovo MacBook Air e il MacBook Pro da 13 pollici sono incredibilmente veloci, anche rispetto ai laptop Mac con il potente chip M1. Questi nuovi sistemi utilizzano la nuova tecnologia NAND a densità più elevata che offre 256 gigabyte di spazio di archiviazione su un singolo chip. Sebbene i benchmark per un SSD da 256 GB possano mostrare una differenza rispetto alla generazione precedente, le prestazioni reali di questi sistemi basati su M2 sono ancora più veloci”, ha commentato Apple sulla situazione a The Verge.

Torna in alto