Notizie

Spotify sempre più gratuito, ora skip di brani infinito per tutti gli utenti

Nelle scorse settimane Spotify, probabilmente l’applicazione più modificata in circolazione su Android e iOS, ha alzato notevolmente il livello di sicurezza bloccando praticamente tutte le versioni crackate. L’ira di moltissimi usufruenti del servizio così ottenuto si è riversata nella sezione dei feedback su Play Store e App Store, con una sfilza di recensioni negative.

E’ inutile sottolineare quanto ciò sia ridicolo, visto che gli sviluppatori di certo non hanno tolto al pubblico qualcosa che gli apparteneva di diritto. Nonostante ciò però Spotify ha deciso di soddisfare le richieste degli utenti non premium, che lamentavano in primis l’impossibilità di saltare i brani indesiderati oltre un certo limite.

D’ora e in poi, a patto che le tracce in questione siano presenti in una delle 15 playlist di maggior tendenza, gli skip saranno illimitati e renderanno la piattaforma di streaming molto più accessibile anche senza sottoscrizione. Personalmente approvo questa strategia da parte dell’azienda, in quanto molte più persone si abitueranno ad usare Spotify in questo modo, aumentando così anche il numero di potenziali iscritti a pagamento.

Senza giri di parole, di modi per ascoltare i propri brani preferiti ce ne sono molti, magari anche più economici di Spotify (il cui prezzo però crolla con sconti per studenti e abbonamenti condivisi). Ciò per cui vale pienamente la pena spendere 10 euro al mese è l’organizzazione con cui il catalogo musicale è presentato, le Radio degli artisti e le numerose playlist, che spingono all’ascolto di nuove canzoni del proprio genere preferito.

Fai click per commentare
Vai su