Spiegazione del finale della stagione 4 di Stranger Things

Molte cose sono sospese nell’aria alla fine della stagione 4 di Stranger Things e il finale richiede un po’ di spiegazione. Abbiamo visto cliffhanger in passato, ma questa è la prima volta che una stagione si conclude con una nota negativa e con così tante cose in discussione. Daremo un’occhiata alla conclusione della stagione 4 e cosa significa per il futuro di Hawkins.

Spiegazione del finale della stagione 4 di Stranger Things

La banda è di umore misto alla fine della stagione 4 di Stranger Things. I gruppi che abbiamo seguito dalla California, dalla Russia e da Hawkins si sono riuniti, il che è motivo di festa. Tuttavia, la morte di Eddie e il coma di Max hanno messo un freno a quella che avrebbe dovuto essere un’occasione più gioiosa.

Anche se Undici ha salvato Max, la sua breve morte è stata sufficiente per innescare l’apertura dell’enorme cancello di Vecna. Sfortunatamente, l’attacco combinato a Vecna ​​da parte di Undici e Nancy, Robin e Steve lo ferisce solo invece di ucciderlo. Di conseguenza, può scappare e il gruppo non può inseguirlo di nuovo.

Durante l’ultima scena della stagione, la banda nota che il Sottosopra sta trasformando il paesaggio che circonda il cancello, il che significa che il piano di Vecna ​​si sta avverando. Inoltre, intorno a Hawkins, iniziano a piovere particelle simili a cenere che sono un segno distintivo del Sottosopra.

Quindi, la stagione si chiude con Hawkins che lotta per la sua vita. Vecna ​​intende far filtrare il Sottosopra attraverso i cancelli e consumare la città e poi il mondo. Sfortunatamente, non abbiamo una soluzione a questo problema. Ovviamente, Vecna ​​tornerà di nuovo come antagonista. Tuttavia, essendo la quinta stagione l’ultima, non sarà l’unico con cui dovranno vedersela. Il Mind Flayer è ancora là fuori e non capiamo ancora del tutto come funzioni.