Guide

Speed Test: misurare online la velocità internet ADSL e Fibra

Avete da poco stretto un nuovo contratto internet per la linea fissa ADSL o mobile, pagando anche per la fibra ultraveloce? Volete capire se è il caso di acquistare un film in digitale o condividere l’abbonamento Netflix tramite Together Price con il tuo migliore amico? Se vi state chiedendo quanto la vostra connessione sia veloce, la risposta a tutte queste domande si chiama speed test.

Si tratta di una procedura molto semplice e veloce che permette di misurare le performance della connessione Internet attraverso i tre parametri principali che vedremo successivamente nella guida. Il controllo può essere eseguito da qualsiasi dispositivo, sia fisso che mobile indipendentemente dal sistema operativo utilizzato, quindi sia da PC che da smartphone o tablet Android e iOS.

Speed test, cos’è e come eseguirlo

Nel caso in cui riscontriate problemi di linea, scarsa qualità di rete, o più semplicemente siete interessati a verificare l’effettiva velocità della connessione Internet, sappiate che esistono diversi modi, quindi per evitare inutili perdite di tempo conviene scegliere quello più efficace per le proprie esigenze. Online ci sono moltissimi siti che permettono effettuare questa operazione direttamente dal browser, alcuni decisamente validi, altri meno.

Il più famoso e utilizzato, che mi sento di consigliare in quanto veritiero e preciso, è sicuramente Speedtest.net by Ookla, un vero colosso del settore. Lo strumento per misurare la velocità della ADSL o della linea mobile restituisce risultati facilmente leggibili e chiari rispettando la privacy. Nessun dato sensibile infatti verrà richiesto. Lo speed test di Ookla è adatto a tutti, dall’utente meno esperto a quello più consapevole.

Un altro software affidabile che può essere scaricato tramite questo link e installato su computer Windows, MacOS e Ubuntu è Ne.Me.Sys. Con esso è possibile avere un resoconto dettagliato della connessione internet che si sta utilizzando. Il vantaggio? E’ il programma ufficiale del progetto Misurainternet dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per la misura della qualità della connessione ad Internet da postazione fissa.

Qualora lo voleste potrete poi affidarvi alle soluzioni messe in campo direttamente dai maggiori gestori telefonici che operano in Italia. Società come Vodafone, TIM (ex Telecom Italia) e Fastweb permettono a tutti i clienti di effettuare tramite il proprio sito web uno speed test gratuito, così da verificare la velocità della linea ADSL o Fibra.

Come leggere il risultato dello speed test

Una volta scelta la piattaforma migliore ed eseguito lo speed test è giunto il momento di interpretare il risultato ottenuto. Come accennato a inizio articolo vi troverete davanti a tre parametri che consentiranno di capire se la qualità della connessione ADSL o VDSL è in linea con gli standard proposti dal provider di rete oppure necessita di un controllo da parte dell’operatore telefonico.

• Ping – Anche detto latenza o tempo di risposta. Si misura in ms (millisecondi) ed indica il tempo che trascorre tra l’invio di un segnale dal router fino al suo ritorno, dopo essere letteralmente rimbalzato presso il server più vicino. Il ping non è strettamente collegato con la rapidità della rete, ma con la distanza fisica dal luogo con cui dobbiamo scambiare dati. In base all’attività e al sito di riferimento, questo parametro può quindi variare anche notevolmente. Un ping inferiore ai 50-70 ms potrebbe essere indice di una connessione internet affidabile.

• Velocità di download – Si misura in Mbit/s e indica la rapidità massima con cui le informazioni vengono copiate sul nostro dispositivo. Il valore ottenuto dovrebbe essere il più vicino possibile a quello della linea Internet sottoscritta. Tuttavia vi invito a ricordare alcuni fattori, spesso trascurati. Se controllate questo risultato in diverse ore della giornata e soprattutto con diversi dispositivi connessi, non è garantito che sia costante.

• Velocità di upload – La terza e ultima caratteristica è fondamentale per chi, ad esempio, effettua streaming di contenuti o carica grandi moli di dati sul cloud. Indica la rapidità massima con la quale i dispositivi inviano informazioni alla rete. Anche in questo caso il risultato vero e proprio può essere alterato dalle caratteristiche dei device o dei siti di riferimento.

Non sempre il risultato ottenuto dallo speed test è quello sperato, spesso capita che la connessione internet sia decisamente al disotto di quanto promesso dal gestore telefonico. In questi casi è bene controllare la velocità minima garantita, così se la banda fosse inferiore a quella indicata sul contratto sarà possibile presentare un reclamo all’operatore per risolvere il problema riscontrato.

ADSL lenta? Non sempre è colpa della linea

Se siete soliti scaricare file di tutti i tipi dal web, è praticamente certo che conosciate torrent. Dunque, non aspettatevi di effettuare il download con la stessa velocità indicata dallo speed test. In questo campo rientrano una serie di fattori che variano dalle porte del router selezionate al file che state scaricando. Senza contare le caratteristiche hardware del dispositivo utilizzato.

Il sistema peer-to-peer infatti sfrutta tutti gli utenti online: scaricando un contenuto, una piccola quantità (a scelta) della connessione internet effettua l’upload dello stesso file verso un nuovo utente che sta facendo la stessa operazione. Di conseguenza il numero di individui online che fanno parte di questa catena influenza notevolmente la rapidità del download. Vi ricordiamo che se siete a corto di siti torrent, il nostro articolo al riguardo può fare al caso vostro.

Fai click per commentare
Vai su