Tutti i simboli delle reti mobili: 5G, 4G, 3G, H+, H…

coronavirus

In questo caso, la verità è che non importa quale telefono abbiamo in nostro possesso. Non importa se sei un utente Android, un utente iPhone o un altro smartphone che ha un sistema operativo diverso. Tutti questi smartphone hanno in comune un indicatore di copertura nella parte superiore dello schermo.

Di solito c’è anche una lettera accanto alla potenza del segnale che, a seconda di dove ti trovi, a volte può mostrare 4G, ma a volte potrebbe mostrare H+, 3G, E o anche 5G. Ma è molto probabile che ti poni la seguente domanda: cosa significano veramente questi simboli?

Molto facile. Ogni lettera che appare accanto al simbolo di copertura sui nostri smartphone mostra a quale tipo di rete mobile è connesso il telefono.

Inoltre, queste diverse reti offriranno velocità molto diverse che possono appesantire la tua esperienza utente e, soprattutto, essere migliori o peggiori durante la navigazione in Internet.

Origine delle reti mobili

È chiaro che il mondo della telefonia mobile è probabilmente uno dei mercati che si è evoluto di più negli ultimi anni nell’intero ambiente tecnologico che ci circonda nella nostra quotidianità.

Tuttavia, ciò che è chiaro è che questi cambiamenti hanno contribuito anche alle diverse evoluzioni che hanno avuto luogo nel mondo delle connessioni, soprattutto nelle reti mobili.

Tutto iniziò però negli anni ’70 con i cellulari, che era ancora impensabile sarebbero diventati degli smartphone, davvero grandi e poco facili da trasportare con i quali si poteva solo parlare.

E anche se ora non sembra importante, il fatto di essere riusciti a incorporare i messaggi SMS nei telefoni, le reti mobili 2G ci hanno fornito una nuova forma di comunicazione, che è stata una pietra miliare.

Ma, se dobbiamo impostare una prima grande rivoluzione nella telefonia mobile, è con la comparsa della prima rete mobile che avevamo sui nostri smartphone, come è successo con il 3G, per lasciare poi il posto al 4G.

E, in seguito, abbiamo assistito all’arrivo del 5G e ai grandi cambiamenti di velocità che avrebbe comportato.

Tipo di connessioni

Sicuramente ti sei chiesto in più di un’occasione cosa significhi quella lettera o simbolo che compare accanto alla copertura dello smartphone quando utilizzi i dati mobili.

Bene, a seconda di quale appare, ti abbiamo già avvertito che significa che avrai un segnale peggiore o migliore.

Per questo motivo, è importante conoscere tutti i tipi di connessione che ci dicono quanto sia buona o cattiva la copertura quando si utilizza la rete mobile del dispositivo Android o iPhone.

G

Gli anni passano e l’evoluzione delle reti mobili è stata davvero notevole. Per questo motivo, se troviamo questa rete, significherà che sarà la cosa peggiore che possiamo vedere su qualsiasi cellulare.

Se abbiamo la lettera G accanto alla copertura del dispositivo mobile, significa che navigherai alla velocità più bassa possibile. Questa lettera rappresenta una connessione GPRS a bassa velocità.

Fondamentalmente, questa connessione è la più lenta di tutte le tecnologie che vedremo di seguito in tutto l’articolo. Inoltre, è considerata una rete di seconda generazione che viene utilizzata per inviare messaggi di testo con qualsiasi terminale e non va molto oltre, poiché è la più antica di tutte.

E

Per chi non lo sapesse, la lettera E è l’acronimo di EDGE, una versione migliorata di GPRS. Tuttavia, è una delle connessioni mobili che oggi è del tutto insufficiente per navigare in Internet con il cellulare. Inoltre, questa connettività di rete è identificata con un tipo di connessione 2G.

Questa connessione è stata creata negli anni ’80. E’ una frequenza compatibile con protocolli applicativi WAP, SMS e MMS, accesso web ed e-mail, anche servizi P2P.

Anche se, come vi abbiamo spiegato, questa connettività ha una velocità che, allo stato attuale, appesantirebbe l’esperienza durante la navigazione in rete.

3G

Siamo di fronte a un altro collegamento che, in pratica, fa già parte del passato.

Questa è stata la prima rete mobile in grado di supportare le videochiamate con i nostri cellulari grazie al raggiungimento di una velocità fino a 2 Mbps, sebbene inizialmente si ottenessero solo velocità di 384 Kbps.

Inoltre, questa connettività per smartphone è stata un prima e un dopo, poiché ci ha dato la possibilità di goderci Internet tramite i dati su dispositivi Android o iPhone.

Questa rete, nota come UMTS, è una connessione di terza generazione progettata per contenuti multimediali che necessitavano di connessioni ad alta velocità.

H

La connessione HSDPA è sostanzialmente una versione leggermente più lenta di quella che vedremo poco sotto, denominata HSDPA+, anche se l’icona che apparirà sui terminali sarà H o H+, nel caso dell’altra rete che abbiamo appena citato. In questo caso, raggiungeremo una velocità massima fino a 14 Mbps.

Questa connettività può essere utilizzata in qualsiasi momento per utilizzare i social network, ad esempio, anche se in altri casi sarà piuttosto “breve”. E ancora di più se lo confrontiamo con il resto delle tecnologie che stanno arrivando sul mercato della telefonia mobile. Anche se qualche anno fa era una delle reti più utilizzate.

H+

Nel caso della connessione HSDPA+, che abbiamo nominato in precedenza, si tratta di una rete dati più veloce prima dell’adozione del 4G, con una velocità di download di circa 21 Mbps.

Quindi c’è stato un miglioramento significativo da una generazione all’altra per la connettività Internet degli smartphone. In molte versioni di Android viene visualizzato il nome completo, “H+”, ma nelle versioni successive è semplificato solo in “H”.

Tuttavia, questo simbolo può anche variare a seconda che disponiamo di un livello di personalizzazione del sistema operativo Google o anche se il nostro terminale ha altro software, come nel caso degli iPhone dotati di iOS.

4G/LTE

Questa prossima connettività, la verità è che di solito appare anche come LTE e offre velocità fino a 150 Mbps. È più veloce di molte connessioni a banda larga ed è stata la più comune che abbiamo trovato nella copertura del nostro cellulare nel 2019.

Anche se, proprio come è successo con altre tecnologie, è rimasta indietro rispetto a 4G+ e 5G. Tuttavia, questa rete mobile è ancora abbastanza presente.

A quel tempo, questa connessione degli smartphone è diventata veloce quanto la connessione Wi-Fi. In ogni caso, se ci colleghiamo ad esso, potremo scaricare, guardare qualsiasi contenuto in streaming di qualità o navigare ad alta velocità.

4G+

Andiamo con il simbolo che ci segnerà che stiamo utilizzando una tecnologia che indicherà che stiamo utilizzando una rete che segna la fase intermedia tra 4G e 5G, a volte chiamata 4.5G.

Questa connessione offre velocità che possono essere da due a tre volte superiori rispetto a una connessione 4G standard utilizzando più segnali e antenne.

In ogni caso, questa tecnologia di rete ha una velocità superiore al 4G come accennato prima. Quindi sarà l’ideale nel caso in cui non abbiamo uno smartphone in grado di connettersi alle reti 5G o viviamo in una zona rurale, paese o città che non dispone della tecnologia di quinta generazione.

5G

Questo simbolo o lettera con un numero si riferisce a una connessione mobile di quinta generazione apparsa per la prima volta su alcuni telefoni, come il Samsung Galaxy S10 5G o lo Xiaomi Mi Mix 3 5G. Riesce ad offrire velocità più elevate, intorno a 1 Gbps in download e 300 Mbps in upload.

Inoltre, per avere un cellulare in grado di connettersi a questa rete, era necessario un investimento maggiore. Anche se, nel tempo, questa tecnologia di rete è diventata più diffusa, quindi possiamo trovare smartphone più economici che ci permettono di godere di questa connessione.

E’ il miglior testo che puoi trovare sul tuo telefonino. Tuttavia, non avremo solo bisogno di un telefono con questa capacità, ma dovremo anche contrarre una tariffa telefonica che ci offra questa connettività.

Altri simboli di copertura

Ci sono altri simboli che accompagnano la copertura del nostro cellulare, soprattutto se abbiamo un cellulare 5G, così come altri che non hanno nulla a che fare con la velocità di download. Queste saranno le altre opzioni che potrebbero apparire in qualsiasi terminale:

  • R

La lettera che appare quando abbiamo attivato il roaming sul nostro telefono. Significa che siamo collegati a una Rete che non è quella del nostro operatore telefonico.

Normalmente, questo simbolo non viene visualizzato mentre stiamo utilizzando i dati mobili nel paese in cui abbiamo contratto la tariffa mobile. Solo, il telefono ci mostrerebbe questa lettera se siamo partiti per un viaggio in un’altra regione e abbiamo abilitato dati e roaming.

  • Nessun segnale

Potrebbe apparire una sorta di simbolo che assomiglia a un segnale di divieto che indicherà direttamente che lo smartphone non riceve alcun segnale, quindi non possiamo comunicare in alcun modo.

Anche se, se non compare direttamente nessun simbolo o lettera, significa che non abbiamo alcun tipo di copertura e sarà impossibile per noi sia navigare in rete che effettuare o ricevere chiamate. Tuttavia, in altri casi, apparirà direttamente “Nessun servizio”.

Torna in alto