Se usi HomeKit con un iPad come hub, prepara il tuo portfolio

iOS 16 aggiungerà nuove funzionalità per migliorare notevolmente l’esperienza dell’utente, ma eliminerà anche altre funzionalità che, fino ad ora, potrebbero essere utili ad alcune persone. Come hanno scoperto in Macrumors, l’ultima beta di iOS 16 elimina la possibilità di utilizzare un iPad come centro di controllo per utilizzare gli accessori collegati a HomeKit da fuori casa.

Per controllare i dispositivi smart registrati su HomeKit dall’esterno della casa, è necessario disporre di ciò che Apple chiama “hub domestico”. In altre parole, una sorta di hub o bridge che consente di mantenere gli accessori online e sincronizzati in ogni momento nell’account iCloud dell’utente. In questo modo il proprietario può, ad esempio, chiudere le tende dall’esterno della casa. Imposta anche le automazioni in base alla tua posizione (accendi le luci quando arrivi, chiudi le tende quando esci, ecc.). Esistono diversi dispositivi Apple che possono svolgere perfettamente questa funzione. Tra questi, l’iPad.

L’utente deve solo attivare un’opzione nelle impostazioni di sistema e lasciare l’iPad a casa (acceso e connesso alla stessa rete WiFi del resto degli accessori). Successivamente, potrai controllare i dispositivi smart dal tuo iPhone, Apple Watch o Mac. Con il nuovo aggiornamento, però, questo non sarà più possibile. Il “centro accessori” sarà limitato a soli tre prodotti Apple e l’iPad non sarà più uno di questi, come afferma Apple nella versione beta 2 di iOS 16.

È necessario un hub domestico per sfruttare funzionalità come la ricezione di notifiche sugli accessori e consentire ad altri di controllare la tua casa. Non sarai in grado di vedere le case condivise finché anche quelle case non saranno aggiornate all’ultimo HomeKit. L’iPad non sarà più supportato come hub domestico.

Dice Apple in un messaggio che appare nell’app “Home” di iOS 16 Beta 2.

Apple uccide l’iPad, ma mantiene HomePod e Apple TV

iOS 16, sì, mantiene la possibilità di utilizzare altri dispositivi come accessorio centrale. Sono, nello specifico, l’HomePod, o l’HomePod mini o l’Apple TV (in una qualsiasi delle sue varianti). Questi prodotti hanno un senso speciale come hub, dato che non sono progettati per essere trasportati, ma nella maggior parte dei casi vengono tenuti a casa. Sia l’HomePod che l’Apple TV mantengono attiva la rete WiFi anche quando sono in modalità di sospensione.

D’altronde, e nonostante le brutte notizie sul non utilizzo dell’iPad come centro di controllo, in iOS 16 l’app Casa è stata aggiornata con molteplici novità. Ora ha un design più minimalista e intuitivo e consente, tra l’altro, di collegare accessori compatibili con lo standard Matter. Sia iPadOS 16 che iOS 16, ricordiamo, saranno finalmente disponibili durante l’autunno.