Notizie

Foto belle con lo smartphone, oltre i megapixel c’è molto altro

La tecnologia si evolve giorno dopo giorno. Sembra ieri, quando acquistai la mia prima fotocamera compatta che mi accompagnò per diverso tempo e che ora è riposta con cura nel cassetto della camera da letto. Questo perchè fino a qualche anno fa era impensabile utilizzare lo smartphone per immortalare momenti di vita unici.

I cellulari erano sì utili, però disponevano di poche e limitate funzioni. A distanza di così poco tempo penso che nessuno di noi si sarebbe mai sognato di avere la possibilità di inviare immagini carine su WhatsApp o sentire l’esigenza di ricercare, quasi in maniera spasmodica, i migliori hashtag Instagram per aumentare la visibilità delle proprie fotografie.

I telefonini di qualche anno fa venivano utilizzati quando se ne sentiva la necessità. Le uniche operazioni che si potevano svolgere erano chiamare, inviare SMS e, in alcuni casi, scattare foto dalla risoluzione pressoché imbarazzante, se confrontata a quella raggiunta dagli smartphone attualmente presenti sul mercato. Questi piccoli dispositivi consentono infatti di scattare fotografie e registrare video con una qualità davvero ottima.

Camera phone, un mondo a molti sconosciuto

Non è strano che quando un utente debba acquistare il suo nuovo telefono, oltre a consultare specifiche tecniche come processore e memoria disponibile, si informi anche su quale sia lo smartphone con la migliore fotocamera del momento. In questo caso scegliere il camera phone giusto potrebbe sembrare molto semplice, ma così non è.

Ce lo spiega il collega Tindaro Battaglia che, sul tema, ha realizzato un interessante approfondimento e allo stesso tempo ha proposto una larga selezione dei migliori smartphone per foto belle, tra cui non potevano di certo mancare dispositivi del calibro di Samsung Galaxy Note 8 e LG G6, entrambi capaci di scattare foto stupende grazie al loro comparto fotografico.

Il primo dispone di una doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel con zoom ottico 2x e apertura focale f/1.7 in grado di registrare immagini cariche di colori e dettagliate in qualsiasi condizione di luminosità. La peculiarità di LG G6 risiede invece nell’obiettivo grandangolare con f/2.4, capace di riprendere una scena decisamente più ampia.

In una fotocamera i megapixel non sono tutto

Molti utenti pensano – erroneamente – che per scegliere un buon camera phone sia sufficiente guardare il numero dei megapixel. Questo però non basta, tanti megapixel infatti non significano per forza di cose buoni scatti. Per trovare lo smartphone con la migliore fotocamera del momento si deve prestare grande attenzione a tanti aspetti, che molte volte potrebbero sembrare insignificanti.

Uno di questi è l’apertura focale, indicata con una “f” minuscola e seguita da un numero, che consente di capire il quantitativo di luce che l’ottica è capace di far entrare, grazie anche all’eventuale presenza del flash LED posto sullo smartphone. Se il vostro intento è quello di scattare fotografie belle e di buona qualità in qualsiasi condizione di luce, quindi sia di giorno che di notte, controllate questa specifica: più basso è il numero dell’apertura focale meglio sarà.

Un altro aspetto molto importante per scegliere lo smartphone con la migliore fotocamera è sicuramente quello relativo alla gestione software. Un sistema ben curato sarà in grado di migliorare nettamente l’immagine scattata riducendone il rumore e ottimizzandone i colori. Potrebbe sembrare una cosa scontata, ma ricordate poi che mano ferma e conoscenza da parte dell’utente potrebbero essere l’arma vincente per avere il camera phone perfetto.

Insomma, vista la mole dei dispositivi che si trovano sul mercato scegliere il miglior smartphone per foto non è sicuramente facile. Speriamo però che il nostro articolo vi abbia aiutato a chiarire i dubbi che avevate. Ovviamente non dimenticate di farci sapere, lasciando un commento nel box qui sotto, su quale telefono è ricaduta la vostra scelta.


Fai click per commentare
Vai su