Samsung ha aperto un programma di autoriparazione per i suoi smartphone: vende pezzi di ricambio in collaborazione con iFixit

D’ora in poi, i possessori di smartphone Samsung possono riparare autonomamente i propri dispositivi con pacchetti di riparazione creati in collaborazione con iFixit. Il programma è stato ora lanciato negli Stati Uniti.

Samsung e iFixit hanno annunciato all’inizio di quest’anno che inizieranno a offrire pacchetti di autoriparazione per gli smartphone Galaxy. Ora il programma è iniziato negli Stati Uniti e le prime parti sono diventate disponibili nel negozio online di iFixit e nei negozi Samsung.

Per cominciare, gli utenti possono, ad esempio, sostituire uno schermo rotto, un vetro posteriore rotto o una porta di ricarica. Allo stesso tempo, alcune delle parti vecchie, come il pannello del display rotto, possono essere restituite a Samsung per il riciclaggio.

È interessante notare che i pacchetti di sostituzione della batteria non sono offerti, almeno all’inizio. Una batteria rotta deve quindi essere comunque sostituita in un’officina invece di ripararla personalmente.

I pacchetti del programma di riparazione automatica di Samsung includono tutte le parti e gli strumenti, nonché le istruzioni per la manutenzione. Vengono utilizzate parti originali Samsung, il che contribuisce a facilitare le operazioni di riparazione.

I pacchetti di riparazione implementati da Samsung insieme a iFixit sono attualmente disponibili solo negli Stati Uniti. Finora non sono stati annunciati piani per espandere la disponibilità al di fuori degli Stati Uniti.

Innanzitutto sono in arrivo nuovi pacchetti di riparazione per gli smartphone della serie Samsung Galaxy S21 e Galaxy S20 e per il tablet Galaxy Tab S7+. Ad esempio, nella short list mancano i nuovi smartphone Galaxy S22, ma il programma è da ampliare per includere in futuro altri modelli.

Torna in alto