Salvini: “Riaprire gli stadi, senza pubblico non è sport”

Tra poco più di 10 giorni ripartirà il campionato di Serie A e per l’inizio delle prime giornate e fino al 30 settembre non è previsto l’ingresso dei tifosi. Così come per il calcio, anche per tutti gli altri sport che di norma prevedono la presenza del pubblico, non avranno per il momento spettatori.

Sulla questione si è espresso il leader della Lega, Matteo Salvini, che ha mostrato il suo dissenso sulla chiusura degli stadi. “Non sono d’accordo sulla chiusura degli stadi, e non è una questione politica. Lo sport è passione e le partite di pallone, tennis, basket, pallavolo senza pubblico non mi paiono sport.

Il politico ha aggiunto, tenendo conto dell’enorme capienza degli stadi: “Se negli stadi di Roma, Milano e Napoli si fanno entrare diecimila tifosi va bene, direi”. In ogni caso, stando al nuovo Dpcm studiato dal ministro Speranza, gli stadi rimarranno vuoti almeno fino al 30 settembre.