Salvini: “Gli italiani chiusi e seguiti da elicotteri, chi sbarca si fa i suoi porci comodi”

Il leader della Lega Matteo Salvini
Il leader della Lega Matteo Salvini

Come tutti sappiamo ieri sera si è tenuta una nuova conferenza stampa del premier Conte, in cui sono state annunciate le misure da adottare a partire dal 4 maggio, con la riapertura di alcune specifiche attività.

A seguito della conferenza non sono mancate le polemiche da parte dell’opposizione che non si trova d’accordo con le decisioni del Governo. Matteo Salvini ha voluto discutere della questione con i cittadini tramite una diretta Facebook, in cui ha criticato la decisione di tenere ancora chiusi bar e ristoranti e in più l’esposizione dell’autocertificazione.

Salvini contro gli sbarchi dei migranti

Il leader della Lega infatti ha ribadito ancora una volta la sua volontà di lasciar da parte le autocertificazioni dando fiducia agli italiani, ricompensandoli per la ‘pazienza e il buon senso’ avuti fino ad ora. In merito a ciò, Salvini ha commentato dicendo di lasciar libere le forze dell’Ordine di fare il proprio lavoro e accennando la situazione degli sbarchi:

“Lasciamo che chi porta a spasso il cane possa farlo senza essere inseguito da droni ed elicotteri. Lo facciamo per la lotta alla mafia e alle immigrazioni clandestine? Stanotte sono sbarcati altri 50 clandestini a Lampedusa. Gli italiani vanno controllati, chiusi, osservati e seguiti dagli elicotteri però chi sbarca in Italia continua a farsi i porci comodi suoi”

Non è certamente la prima volta che Salvini parla degli sbarchi in Italia: l’ultimo post su questa situazione riguardava il suo scontro con Ricciardi, che ha firmato un documento per la regolarizzazione di tutti i migranti.