Curiosità

Red Hydrogen One, il primo smartphone con display olografico

Se il phablet della casa sudcoreana Samsung, ossia il Galaxy Note 8, risulta essere il telefono più costoso di sempre, potrebbe essere tranquillamente affiancato dal nuovo smartphone di Red, una casa produttrice di videocamere cinematografiche che presenterà il rpimo device con display olografico nel 2018.

Lo ha rivelato il numero uno dell’azienda Jim Jannard con l’annuncio di Hydrogen One, uno smartphone ultra costoso che secondo le opinioni del gruppo sarà anche rivoluzionario sotto l’aspetto tecnologico, anche se per il momento sappiamo ancora molto poco.

A quanto dicono i primi rumors il display del nuovo smartphone di Red dovrebbe essere il suo punto di forza essendo dotato di una diagonale da 5,7 pollici con un pannello definito olografico, in grado di visualizzare contenuti in due o tre dimensioni grazie a una nanotecnologia non ancora definita.

A chi tenta di paragonare il sistema agli schermi autostereoscopici già utilizzati da dispositivi come il Fire Phone e Nintendo 3DS, Jannard risponde che la soluzione ideata da Red non ha assolutamente paragoni e che la tecnologia utilizzata da Amazon e Nintendo è da considerarsi nettamente inferiore al confronto.

Per quanto concerne la fotografia, verrà potenziata da una serie di moduli che potranno agganciarsi proprio come la serie Moto Z di Motorola, mentre per quanto riguarda l’audio Hydrogen One dovrebbe essere in grado di convertire il normale suono stereofonico in un segnale audio multidimensionale, proprio per garantire un audio più avvolgente.

Ma bisogna ancora aspettare per parlare con oggettività di questo argomento. Sappiamo solo che è già possibile ordinarlo al prezzo di 1195 dollari (o 1595 per la versione con scocca in titanio che fa aumentare non di poco il prezzo di vendita).

La società si presta anche a dire che il prezzo per acquistare il terminale è quello citato poc’anzi e che molto probabilmente lo smartphone verrà affiancato da un gadget che potrebbe far lievitare ulteriormente il prezzo e farlo diventare davvero salato.

1 Commento
Vai su