Recensione Yeedi Vac Max

La confezione del robot aspirapolvere Yeedi Vac Max esteticamente è molto semplice. All’interno, tutto è accuratamente racchiuso in gusci di cellulosa riciclata modellati e confezionati singolarmente. Il robot è avvolto in una robusta busta non tessuta. Per preservare aspirapolvere durante il trasporto, una striscia di schiuma blocca il coperchio su ciascun lato.

Il robot, bianco come la neve, misura 34,5 cm di diametro per 7,4 cm di altezza e ha un peso di 4,7 kg. L’altezza ridotta si spiega con l’assenza di LiDAR, una specie di torretta che sporge da alcuni robot aspirapolvere per consentire la mappatura come ad esempio i Roborock.

Yeedi ha scelto di dotare il suo dispositivo di tecnologia visual SLAM , vale a dire che incorpora una telecamera, non destinata a filmare, ma a realizzare mappe dei piani, insieme a diversi sensori distribuiti nel robot servono a garantire movimenti efficienti.

Nella parte superiore troviamo la videocamera, il coperchio che nasconde la vaschetta raccogli polvere e il pulsante di accensione. Quest’ultimo indica lo stato del robot:

  • Bianco fisso: pulizia in corso/pulizia sospesa.
  • Bianco lampeggiante: Ricarica / Il robot si avvia o si riavvia.
  • Rosso fisso: batteria scarica.
  • Rosso lampeggiante: il robot ha un problema.

Sotto il coperchio troviamo, come appena detto, la vaschetta raccogli polvere da 450 ml, un tasto a scorrimento per attivare o disattivare il robot e un pulsantino grigio che serve a far riavviare il nostro Yeedi, sopra di esso è posizionato un indicatore led per il funzionamento del Wi-Fi.

È presente anche un codice QR che fa riferimento allo store Android per scaricare l’app Yeedi. Stai tranquillo, se hai un iPhone, l’app è disponibile anche sull’app store.

Infine, un alloggiamento dedicato per il tagliafili rende facile averlo a portata di mano per pulire la spazzola centrale e laterale, se necessario.

La vaschetta raccogli polvere ha una rete di nylon extra fine in cui sono alloggiati i filtri:  spugna nera e HEPA bianco, che hanno il compito di trattenere le particelle più fini. Per pulire il tutto basterà usare solo acqua e farlo asciugare completamente al sole, oppure attendere 24 ore prima di rimetterlo a posto e soprattutto in servizio.

Nella parte posteriore del robot è posizionato un serbatoio d’acqua da 240 ml. Un tappo in gomma morbida chiude questo serbatoio traslucido, da cui livello dell’acqua può essere controllato. La pompa peristaltica posta nell’angolo manda il flusso d’acqua sul fondo del robot 2-in-1 dove è posizionato il porta mop perforato.

Su entrami i lati sono presenti delle griglie. Una è necessaria per l’aerazione e la ventilazione del motore, l’altra è per l’altoparlante.

Nella parte anteriore, il robot è dotato di sensori anticollisione mascherati da un pannello in plexiglass.

Nella parte inferiore Yeedi Vac Max è dotato di:

  • 6 sensori anticaduta;
  • 1 ruota;
  • 2 connettori per la ricarica;
  • 1 sensore di rilevamento del tappeto;
  • 2 ruote motrici;
  • 1 spazzola laterale.

 

La stazione di ricarica

È compatta e non occupa molto spazio con i suoi 17 cm x 13,2 cm x 8,6 cm. D’altra parte, come per qualsiasi robot, va posizionato lasciando uno spazio vuoto attorno per consentire al robot di effettuare le sue manovre di avvicinamento per posizionarsi sui pad di ricarica. Nella parte posteriore, sono presenti la presa per il cavo di alimentazione e due supporti per avvolgere l’eventuale cavo in eccesso.

Installazione e utilizzo del robot aspirapolvere Yeedi Vac Max

Una volta scaricata l’applicazione e effettuata la registrazione nella home page, clicca sul “+” centrale , quindi su una delle due opzioni di installazione. Scegliamo la modalità di integrazione con QR code, una procedura molto semplice.

Cliccando a sinistra in fondo alla pagina su ” Codice QR per aggiungerlo”. Posiziona lo smartphone sul codice QR sotto il coperchio. Dai il consenso per cercare reti Wi-Fi e attivare il GPS. Inserisci la tua password Wi-Fi se necessario.

Se non l’hai già fatto, accendi il robot. Nel passaggio successivo, conferma verificando di aver sentito il robot (ancora in inglese in questo passaggio) dirti che è pronto per la configurazione di rete. Verrà visualizzato un codice QR. Dovrà poi essere monostrato alla telecamera del robot a circa 8-10 cm di distanza.

Una volta accoppiato il robot, due pulsanti di scelta rapida consentono di avviare la modalità automatica o di accedere al registro del robot. Cliccando sui tre puntini in alto, puoi rinominare il robot o rimuoverlo dall’app.

Alcuni elementi verranno sbloccati solo quando il robot aspirapolvere avrà già completato diversi passaggi. È il caso delle funzioni “Area”, “Personalizzata” e “Gestione Mappa”. Non appena la mappa del pavimento sarà pronta verrai avvisato, le sezioni saranno sbloccate e avrai accesso a:

  • Area: Seleziona l’ordine di passaggio nelle stanze e il numero di volte che le attraverserai (tra 1 e 2). Se selezioni due volte, pulirà consecutivamente prima di passare alla stanza successiva.
  • Gestione della mappa: Rinominare le stanze per chiarezza. Tuttavia, il partizionamento non è possibile. Se non riconosce correttamente una stanza, dovremo far eseguire nuovamente una mappatura completa
  • Crea confini virtuali per le modalità “Vacuum and Mop”. Utile per evitare la zona giochi o i cavi.
  • Personalizzato: è possibile definire un’area (minimo 1 m x 1 m) estensibile in un rettangolo, ma non altrimenti, per inviare il robot. Se la superficie è troppo piccola, il robot ti avviserà e tornerà alla sua base.

Le principali funzioni del robot:

  • 4 livelli di flusso d’acqua: basso, medio, alto e molto alto. La sezione per regolare il flusso d’acqua appare solo quando il supporto per mocio è fissato al robot. Il rilevatore di tappeti farà in modo che il robot li  eviterà se rileva una tale presenza nel suo percorso.
  • 4 modalità di aspirazione: Standard, Max e Max + e 1 modalità automatica. I livelli di rumorosità misurati a una distanza di 1 metro sono rispettivamente 52dB, 58dB e 61dB. In modalità automatica adatta la sua potenza al terreno su cui lavora. Quindi, quando incontrerà un tappeto, aumenterà la potenza.
  • E’ possibile anche solo aspirare o lavare separatamente.

 

La nostra opinione su Yeedi Vac Max

Yeedi Vac Max, in fase di mappatura urta abbastanza spesso, mobili e pareti, in modo del tutto sicuro in quanto grazie al sensore si appoggerà delicatamente prima di invertire rotta. Una volta eseguita la mappatura la situazione sarà nettamente migliore e gli urti saranno ridotti al minimo.

Grazie alle ruote motrici estendibili riesce a superare ostacoli alti fino a tre centimetri senza alcun problema. Inoltre la creazione di barriere virtuali funziona perfettamente ed è divertente vederlo cercare di aggirare questo “ostacolo invisibile” come se ci fosse un mobile in cui si sarebbe imbattuto.

Per quanto riguarda l’aspirazione, lo dicono le foto, fa il suo lavoro e molto bene! Raccoglie polvere o capelli e nulla si incastra nella spazzola centrale. Rimane pulito proprio come la spazzola laterale in cui non sono stati lasciati fili o capelli arrotolati. Vengono utilizzati i 3000 Pa di aspirazione.

Come è facilmente visibile dall’immagine che segue il grado di pulizia è elevato, riesce a eliminare senza problemi lo sporco in qualsiasi condizione lasciando il pavimento asciutto e pulito.

Nel lavaggio, lo Yeedi Vac Max è buono. Abbiamo riempito completamente la vaschetta, selezionato due passaggi nelle nostre stanze, impostato il livello dell’acqua molto alto e l’aspirazione max +.

Per un risultato migliore, prima di iniziare, spruzziamo il prodotto per la pulizia del pavimento. Il robot ha effettuato il primo passaggio entrando nelle due stanze e poi ha ripreso lo stesso percorso una seconda volta.

Pertanto, non ha la stessa procedura di movimento in aspirazione e in lavaggio. Copre 13 m² in 16 minuti e utilizza 140 ml di acqua. La qualità del mocio in microfibra gli consente di non lasciare quasi acqua sul pavimento dopo il suo passaggio.

L’autonomia è ottima, nella modalità di aspirazione massima dura 2h08, mentre la ricarica partendo dallo 0% è di circa 5 ore.

Per quanto riguarda le pecche, ci rammarichiamo solo della mancanza della gestione delle partizioni e di un’unica mappa memorizzabile. Il passaggio ad un altro ambiente ci porta alla proposta di sostituire quello esistente con quello nuovo.

Tuttavia, queste sono opzioni disponibili in altri modelli del marchio e lo saranno presto per questo Yeedi Vac Max, senza dubbio.

Conclusione

Lo Yeedi Vac Max, è un dispositivo davvero interessante, è silenzioso, ha un’ottima capacità di aspirazione e il lavaggio è eccezionale. Il costo attualmente in promozione è di 239,99€ disponibile all’acquisto direttamente su Amazon tramite questo link.

È possibile acquistare anche singolarmente la stazione Yeedi Empty Station che permette di aumentare la capacità di raccolta del robot senza dover pulire frequentemente la vaschetta di raccolta.

Se preferite è possibile acquistare direttamente la combo di Yeedi Vac Max + Station. Infine, voglio ricordarvi che Yeedi Vac Max è la versione aggiornata del robot Yeedi Vac Hybrid.

Video Recensione

Torna in alto