Recensioni

Recensione Xiaomi Mi8: molto meglio di iPhone X

Il mercato degli smartphone borderless è sempre in costante crescita e nel giro di un paio d’anni essi hanno preso completamente piede diventando lo standard per qualsiasi fascia di concorrenza. Un’azienda che è stata la pioniera di questo campo è senza dubbio Xiaomi che con il suo Mi Mix ha aperto le porte di questo mondo presentando un device davvero innovativo.

Due anni più tardi l’azienda cinese sembra aver importato, più o meno, questo concetto su tutti i suoi terminali in tante forme diverse. Infatti sullo Xiaomi Mi8 ha implementato un notch che lo rende talmente simile all’iPhone X che lo si potrebbe definire un clone di quest’ultimo. Design a parte, è un dispositivo che ha personalità e fascino e che è venduto ad un prezzo contenuto rispetto alle sue specifiche tecniche.

Confezione – voto 7

L’unboxing non presenta particolari sorprese, ma dagli smartphone asiatici d’altronde non possiamo aspettarci più di tanto. Telefono, caricatore da parete, cavetto Type-C, adattatore per il jack audio, graffa per inserimento della scheda SIM e cover trasparente in silicone, assenti gli auricolari. Per quanto riguarda la custodia si tratta di un’unità chiaramente economica ma comunque utile, vista la scivolosità e le dimensioni dello Xiaomi Mi8.

Design e Materiali – Voto 8

I materiali di questo Mi8 sono davvero ottimi: troviamo alluminio per quanto riguarda il frame e vetro per quanto riguarda la back cover. Proprio nella parte posteriore è presente un lettore d’impronte fulmineo e una doppia fotocamera a semaforo divisa da un flash led dual-tone. Come già anticipato, il design ricorda molto quello dell’iPhone X, con l’eccezione che nella parte inferiore c’è un piccolo bordo nero che non lo rende completamente borderless. Per il resto la qualità e la cura con cui è costruito è tipica di Xiaomi che la rende ancora più personale introducendo la classica smussatura dei bordi nella back cover.

Hardware – Voto 8

In 154.9 x 74.8 x 7.6 millimetri con un peso di 175 grammi, trova spazio un processore octa-core sviluppato dall’azienda americana Qualcomm. Stiamo parlando del modello Snapdragon 845 che, unito a 6 GB di RAM, è in grado di raggiungere ottime prestazioni, sia a livello gaming che per l’utilizzo di tutti i giorni. Come memoria interna troviamo 64 GB senza la possibilità di espansione tramite MicroSD.

Nella parte frontale troviamo il display in formato 18:9 sormontato da un’imponente notch che come già detto lo rende fin troppo simile al top di gamma firmato Apple. Ad ogni modo possiamo “scusare” Xiaomi poiché all’interno del notch ha implementato un riconoscimento facciale davvero efficiente e prestazionale che rende piacevole utilizzare questo dispositivo.

Per quanto riguarda il bordo destro troviamo il bilanciere del volume e il tasto d’accensione, su quello superiore solo il microfono secondario per la soppressione dei rumori, quindi niente porta ad infrarossi, continuando poi sul bordo sinistro abbiamo lo slot per le SIM e su quello inferiore abbiamo il microfono principale, la porta Type-C e l’altoparlante.

Display – Voto 8

Il display è un’unità 6.21 pollici con una risoluzione di 1080 x 2248pixel e una densità di 402 ppi, il tutto basato sulla tecnologia AMOLED e protetto da un vetro Gorilla Glass 5. Il pannello riproduce i colori in modo ottimo: tutti vengono riprodotti in modo corretto e la calibrazione è eccellente. Sotto la luce diretta del sole, con la luminosità al massimo, il display risulta perfettamente leggibile e non dovremo sforzarci di trovare riparo o zone d’ombra per poter utilizzare lo smartphone.

Unica nota negativa è che con la luminosità al minimo vedremo un po’ di effetto shadow, ovvero che il nero lascia un po’ di scia prima di prendere a riprodurre l’immagine correttamente. Questo può essere risolto tranquillamente impostando il livello di luminosità un po’ più del minimo.

Fotocamera – Voto 9

Per quanto riguarda la fotocamera è stato fatto un grande passo in avanti da parte di Xiaomi: posteriormente troviamo un doppio sensore da 12 Megapixel, dotato di una messa a fuoco automatica, apertura focale di 1.8 per il principale e 2.4 per il secondario. In questo modo saremo in grado di scattare foto di buona qualità aiutandoci eventualmente con il flash dual tone. Nella parte frontale troviamo un sensore da 20 megapixel con apertura focale da 2.0.

Nel complesso, le fotografie scattate sono davvero molto belle anche se non riescono ad essere esattamente alla pari rispetto ai diretti concorrenti. Ad ogni modo, sono rimasto soddisfatto della qualità che potrete giudicare voi stessi attraverso gli scatti presenti qui sotto.

Software – Voto 9

L’interfaccia proprietaria MIUI è ben realizzata, completa, fluida e adatta ad ogni tipo di utente. Questo aspetto è uno dei maggiori pro dei dispositivi realizzati da Xiaomi e in particolare di questo Mi8. Si potranno clonare le applicazioni per utilizzare più account sullo stesso dispositivo, questa feature torna utile nel caso in cui abbiamo la necessità di usare due numeri collegati a WhatsApp. Inoltre potremo abilitare con facilità le Gestures in stile iPhone X, davvero comode una volta che ci si ha fatto l’abitudine.

L’uso quotidiano è sempre apprezzabile, non vi sono impuntamenti e nonostante la ricchezza di funzioni si riesce a trovare senza problemi ciò si cerca. Il modello che ho provato monta la MIUI 9 in versione China ma presto sarà disponibile anche la MIUI 10 in versione Global che ottimizza l’esperienza utente per il mercato europeo.

Autonomia – Voto 9

Con una batteria da 3400 mAh e sistema Android è davvero difficile chiedere di meglio! Infatti si riesce a coprire tranquillamente una giornata di utilizzo intenso con chiamate, SMS, Whatsapp, Telegram, Email, Facebook e quant’altro senza aver la minima preoccupazione di dover caricare il telefono.

Ovviamente il tutto dipende dalla copertura che offre il vostro operatore nella zona dove abitate, ma in linea di massima le ore di schermo variano dalle 6 e 30 fino, addirittura, alle 7.

Un risultato davvero incredibile. E se per puro caso doveste rimanere senza carica non ci sarà modo di preoccuparsi perché grazie alla tecnologia Quick Charge potrete caricare lo smartphone dallo 0% all’80% in appena 1 ora. Quindi anche sotto questo punto di vista Xiaomi Mi8 è il top di gamma da battere.

Conclusione

Considerando il prezzo a cui viene venduto, ovvero circa 441€, spedizioni incluse, grazie al codice sconto PHONETODAY5, su GeekMall.it, Xiaomi Mi8 è best buy assoluto. Prestazioni, autonomia e display sono tre elementi che mi hanno convinto davvero molto. A mio avviso è un ottimo dispositivo se state cercando qualcosa di premium e dal design affascinante.

Fotogallery

Xiaomi Mi8

7.9

Confezione

7.0/10

Design e materiali

8.0/10

Hardware

8.0/10

Autonomia

9.0/10

Prezzo

7.5/10

Pro

  • Ottimo sblocco facciale
  • Fotocamera di qualità
  • Display AMOLED

Contro

  • Design simile all'iPhone X
  • Memoria non espandibile

Fai click per commentare
Vai su