Recensioni

Motorola Moto G6 Plus: la nostra recensione

Motorola è di sicuro una delle aziende simbolo nel settore della telefonia mobile, sin da quanto sono usciti i primi modelli commerciali. Nel corso del tempo ha saputo poi destreggiarsi diventando leader in questo campo. Con l’arrivo di Android tutto è cambiato e non è riuscita a tenersi al passo, fin quando non è iniziata una lenta ripresa che ha poi permesso alla società alata di spiccare il volo nuovamente e primeggiare sui concorrenti.

L’anno scorso avevamo recensito il Motorola Moto Z2 Play, l’ormai ex top di gamma, quest’oggi invece vi voglio parlare del Moto G6 Plus, un dispositivo di fascia media che non ha nulla da invidiare ad altri modelli ben più costosi. Infatti come scopriremo all’interno della recensione ha molti punti di forza, anche se non è esente da qualche piccola imperfezione.

Confezione – voto 7

È realizzata interamente in cartone, al suo interno troviamo in primo piano il Morotola Moto G6 Plus, sotto di esso una cover e gli accessori: il caricabatterie da muro e il cavo Type-C USB. Un assortimento un po’ scarno ma che comunque si adegua alla linea commerciale intrapresa negli ultimi anni da tutti i produttori di smartphone.

Design e materiali – Voto 7

La qualità costruttiva di questo Motorola Moto G6 Plus è davvero impressionante, infatti troviamo uniti, in una perfetta combinazione, l’alluminio del frame e il vetro della backcover, che rendono lo smartphone non solo piacevole da vedere ma anche da toccare. Inoltre grazie alla particolare texture applicata sul retro verrà creato un bellissimo gioco di luci che ci permetterà di lasciare a bocca aperta tutti i nostri amici.

Purtroppo però il design prende una piega leggermente diversa per l’introduzione della doppia fotocamera che risulta essere molto sporgente rispetto al resto del telefono, rendendolo così instabile se poggiato su superfici piane. Nulla di drammatico intendiamoci, ma comunque non è di certo un bel vedere e soprattutto se si presta poca attenzione, si rischia di graffiare il vetro che copra l’obiettivo della fotocamera.

Hardware – Voto 7

La scocca misura 159.9 x 75.5 x 7.99 mm ed ha un peeso di 165 grammi, che non è molto considerando i materiali di cui è composto. A muovere tutto il sistema c’è un processore Snapdragon 630 octa-core da 2.2 GHz accompagnato da 4 GB di RAM. Come memoria interna troviamo 64 GB espandibili tramite MicroSD fino a 128 GB.

Nella parte anteriore trovano spazio i vari sensori, la fotocamera principale e il lettore d’impronte digitali che è veloce e preciso. Sul bordo destro è presente il bilanciere del volume e il tasto d’accensione. Nella parte superiore invece abbiamo il vano per la MicroSD e l’alloggiamento per le due SIM, su quello inferiore invece la porta USB Type-C e l’ingresso jack da 3.5 pollici.

Display – Voto 7

Il display è un’unità da 5.99 pollici con una risoluzione di 1080 x 2160 pixel e una densità di 409 ppi, il tutto basato sulla tecnologia IPS e protetto da un vetro Gorilla Glass 3. La riproduzione dei colori è ottima: tutti vengono riprodotti in modo corretto e la calibrazione è eccellente. Sotto la luce diretta del sole, con la luminosità al massimo, il display risulta perfettamente leggibile e non dovremo sforzarci di trovare riparo o zone d’ombra per poter utilizzare lo smartphone.

Fotocamera – Voto 6

Di certo non useremo questa fotocamera per fare foto professionali ma sinceramente mi aspettavo qualcosa in più da Motorola Moto G6 Plus: lo smartphone, infatti, monta posteriormente un doppio sensore, uno da 12 e uno da 5 megapixel con apertura focale, rispettivamente da f 1.7 e f 2.2, mentre la fotocamera anteriore è da 8 megapixel. In situazioni ottimali i risultati sono discreti, la fedeltà cromatica è buona e il livello di dettagli discreto. In caso di scarsa illuminazione la qualità scende vistosamente a favore di un rumore più marcato.

Software – Voto 8

Lo smartphone è caratterizzato da Android 8.0 Nougat in versione quasi stock. A bordo troviamo solo una leggera personalizzazione di alcune icone e la presenza di Moto, un software che comprende Moto Action e Moto Display. Il primo permette di eseguire delle azioni attraverso delle gesture (doppio martello per la torcia, ruota per scatto rapido, solleva per silenziare ecc.) e il secondo di impostare il comportamento del dispositivo quando riceviamo delle notifiche a schermo spento, molto utile vista la mancanza di un LED di notifica. Da sottolineare poi la presenza dell’app Radio FM, diventata oramai sempre più rara.

Autonomia – Voto 8

L’autonomia è ottima e grazie anche allo schermo che consuma davvero poco saremo in grado di arrivare a fine serata senza alcun problema con 4 ore e 30 di schermo attivo a carico della batteria da 3200 mAh. Ovviamente questo è un dato molto soggettivo in quanto dipende da innumerevoli fattori, come la qualità della ricezione del segnale, le applicazioni usate e il tempo complessivo di utilizzo dello smartphone.

Conclusione

Passiamo infine al prezzo che è di 241 euro circa per la versione da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria, disponibile su Amazon.it. A mio avviso è un ottimo dispositivo se state cercando qualcosa di premium e dal design affascinante. Purtroppo però dovrete scendere a compromessi per quanto riguarda la fotocamera, ma d’altronde non si può avere tutto in questa fascia di prezzo.

Fotogallery

Moto G6 Plus

7.3

Confezione

7.0/10

Design e materiali

7.0/10

Hardware

7.0/10

Autonomia

8.0/10

Prezzo

7.5/10

Pro

  • Materiali Premium
  • Design elegante
  • Display 18:9

Contro

  • Fotocamera discreta

Fai click per commentare
Vai su