Povia e la frase choc in diretta sui gay, Luxuria: “Senza cervello”

Povia in diretta a Vieni da me (foto IlSussidiario.net)

Il cantante Povia ieri è stato in diretta in collegamento con la trasmissione Vieni da me condotta da Caterina Balivo su Rai1. La conduttrice gli ha chiesto come stesse passando il suo periodo di isolamento dovuto all’emergenza Coronavirus e Povia ha raccontato la quarantena.

Il cantante si è lasciato andare al racconto dicendo di essersi dedicato alle pulizie domestiche: “Amo fare le pulizie, prendo lo straccio… poi io sono fissatissimo. Sono un gay mancato“. Le sue parole hanno subito creato il gelo in studio e Caterina Balivo, sconvolta, ha risposto prontamente con “Hai detto una cretinata, anzi ‘cretinata’ è solo un termine televisivo, se ero a casa ti avrei detto tutt’altro”.

Povia, la sua frase indigna il web

A quel punto Povia si è difeso ridendo “Ho detto ‘sono un lei mancato'”. In studio gli hanno fatto notare invece di aver detto ‘gay’ e che la sua si può etichettare come un’uscita medioevale e lui ha risposto “Ma sì, era una battuta. Poi il Medioevo era un bel periodo“. Qui il video.

Le parole di Povia hanno dato vita ad una vera bufera mediatica e a tal proposito si è espressa anche Vladimir Luxuria, che sui social ha commentato:

“Povia ha detto che si sente un gay mancato perché amava fare le pulizie di casa: un uomo non smette di essere tale se collabora in casa e non è dedito solo alla clava. Un’idea del maschio cavernicolo tipico di chi è un cervello mancato e poco aggiornato”.