Un sacerdote risponde a Salvini: “Obbediamo ai nostri vescovi e non a te”

La proposta di Matteo Salvini di aprire le chiese a Pasqua ha provocato una valanga di critiche sul web. Il leader della Lega in un’intervista si è detto favorevole nel far entrare in chiesa i fedeli a scaglioni cosicché possano assistere alla messa pasquale.

Un sacerdote di San Benedetto del Tronto, Don Dino Pirri, in occasione della domenica delle Palme ha voluto rispondere in modo indiretto a Salvini con un post sul suo profilo Twitter:

“Caro #Salvini, oggi le chiese sono chiuse, perché noi preti rispettiamo la legge del nostro paese. Obbediamo ai nostri vescovi e non a te. Non usiamo il nostro popolo, ma lo amiamo. Non ci sta a cuore il consenso ma il bene comune.”

Ecco il post su Twitter del sacerdote: