Per sostituire gli MMS, Google Messaggi utilizza Google Foto

Man mano che le nuove funzionalità vengono implementate su Google Messaggi, una di esse sta impiegando un po’ più di tempo del previsto. Questa è la possibilità di creare rapidamente collegamenti a Google Foto per sostituire gli MMS. Ma Google assicura che l’implementazione continua, anche se il numero di utenti è limitato.

Google cerca di superare i problemi del protocollo MMS che sta invecchiando. In effetti, non puoi condividere file pesanti, in particolare video la cui qualità può essere degradata. Lo scorso marzo l’azienda ha annunciato nuove funzionalità per la sua applicazione SMS/MMS, con ad esempio la possibilità di generare link di condivisione video su Google Foto invece di inviare MMS.

Una nuova funzione che risolve il problema degli MMS

Questa funzione ha iniziato ad essere implementata a febbraio sulla versione beta di Google Messaggi, in particolare sul Pixel 6 Pro come testato da un giornalista di 9to5Google. Tuttavia, da allora è scomparso, come su molti smartphone, ma non su tutti.

Fonte: 9to5Google

Fonte: 9to5Google

È disponibile nel selettore media e mostra le dimensioni del video prima di caricarlo sul cloud e creare il collegamento di condivisione. Tuttavia, possiamo rimanere sul buon vecchio MMS, a scapito della qualità. Un parametro nell’applicazione di messaggistica consente di decidere se inviare i video ogni volta tramite un collegamento anziché tramite un MMS.

La condivisione di video tramite Google Foto arriverà “il prima possibile”

Un portavoce di Google ha detto a 9to5Google che il caricamento di video su Google Foto sarà “disponibile per tutti gli utenti il ​​prima possibile”. Un dispiegamento che inizia ad essere piuttosto lungo da quando è iniziato tre mesi fa. Inoltre, gli utenti beta avevano la possibilità di inviare immagini tramite Google Foto, prima che la funzione fosse ritirata per tutti.

Allo stesso tempo, su Google Messaggi vengono implementate altre funzionalità, come l’aggiunta di messaggi ai preferiti, la protezione dei messaggi o persino le reazioni.