Maxi furto nel Parlamento Europeo durante il Coronavirus

Per via delle norme istituite per contrastare il Covid-19, da Marzo a Maggio il Parlamento Europeo è rimasto per lo più deserto, favorendo l’azione di ladri che si sono serviti dell’assenza di eurodeputati per rubare quanti più oggetti possibile.

Moltissimi sono infatti i politici che al rientro dallo smart-working hanno denunciato la sparizione di PC, tablet e altri materiali. I ladri hanno svaligiato indisturbati gli armadietti, sottraendo così moltissimi prodotti tecnologici.

Sotto inchiesta la sicurezza del Parlamento Europeo

Moltissimi eurodeputati si sono molto lamentati della mancata supervisione da parte della sicurezza del Parlamento Europeo, che è infatti finita sotto inchiesta. Si cercherà quindi di far luce sull’avvenimento.