M5S, Ricciardi contro Giorgia Meloni: “Chiedete scusa a Conte e agli italiani”

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni
La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni

Venerdì mattina si è tenuta in Parlamento una nuova riunione dopo il consiglio europeo che ha detto sì al Recovery Fund, il fondo di recupero che andrà a sopperire le difficoltà economiche dovute al Coronavirus.

Nella Camera dei Deputati, hanno parlato sia Giorgia Meloni, chiedendo al M5S di rimanere compatti per votare contro il fondo salva-Stati sia Riccardo Ricciardi, onorevole del Movimento 5 Stelle.

Il discorso di Riccardo Ricciardi

Il portavoce del M5S nel suo intervento in Parlamento si è scagliato proprio contro la leader di Fratelli d’Italia. Di seguito riportiamo le sue parole e in fondo il video ufficiale.

“Secondo l’opposizione il MES non era già stato attivato? L’ho letto sui vostri profili social, l’ho sentito sui vostri video e voi siete qua con un ordine del giorno a chiedere di non attivarlo. E’ una contraddizione logica. Se il MES non è stato attivato, come si presume dal vostro ordine del giorno, allora innanzitutto si chieda scusa per aver accusato di altro tradimento il presidente Conte. Chiedete scusa agli italiani a cui oggi voi stessi certificate la vostra menzogna con questo ordine del giorno. Allora invece di aiutare davvero l’Italia ed essere davvero patriottici, riconoscendo al presidente Conte un risultato eccezionale non per sé ma per gli italiani, buttate là un ordine del giorno completamente strumentale. Il presidente e questa maggioranza sono già oltre; Conte l’ha detto in ogni sede: ogni decisione sul MES sarà presa dentro il Parlamento. Già lo vedo il video sui vostri social: “Hanno attivato il MES”.

Finchè il M5S è al governo non accetterà mai uno strumento che permetta all’Italia di svendere la propria economia. Non accetterà mai uno strumento che esiste grazie al consiglio dei Ministri del 2011 dove sedeva Giorgia Meloni. Che la Meloni non fosse in aula non è una notizia, perché vista la percentuale di sue presenze non è proprio una notizia. Noi non ci prestiamo a questi giochetti, pensiamo davvero alle italiane e agli italiani”