M5S: “Ennesima figuraccia della Lega, fanno proposte e poi le ritirano”

La pagina Facebook del partito politico Movimento 5 Stelle, ha condiviso il post della senatrice Bianca Laura Granato in cui si parla di una proposta della Lega poi ritirata dopo le parole di Salvini.

Non è la prima volta che il M5S critica gli esponenti del Carroccio: lo aveva fatto qualche giorno fa chiamandoli pagliacci per aver sospeso in breve tempo l’occupazione il Parlamento. Questa volta invece al centro delle polemiche c’è un emendamento della Lega sul decreto scuola poi ritirata.

M5S contro Lega e Salvini

Ecco quanto recita il messaggio ricondiviso dal Movimento 5 Stelle sul noto social network:

“Avevamo scoperto tra gli emendamenti al decreto scuola la proposta dei senatori leghisti sulla didattica alternata (metà studenti in classe e metà collegati da casa). Non potevano certo prevedere che il loro capo Salvini avrebbe definito “FOLLE” in diretta da Barbara D’Urso (e ancora ieri dalla Berlinguer) questa possibilità, quando a ipotizzarla – tra le varie misure per conciliare il ritorno a scuola con il distanziamento sociale –
era stata la ministra Azzolina.

Quindi da un lato Salvini si scaglia contro la didattica alternata, dall’altro i suoi parlamentari propongono diventi legge tramite emendamento. Tutto e il contrario di tutto, come d’abitudine nel mondo leghista. Come è andata a finire? I senatori della Lega ieri mattina in commissione, cercando di mascherare il grande imbarazzo, HANNO RITIRATO L’EMENDAMENTO.

Caos, retromarce, pressapochismo: questo è il risultato quando gli unici obiettivi non sono il bene del Paese ma la demagogia e il consenso più becero. A parte deroghe, sanatorie e finanziamenti alle scuole paritarie, le proposte sulla scuola della Lega sono il nulla assoluto.”