L’uso di Twitter potrebbe rivoluzionare: il servizio sta testando versioni più lunghe

L’utilizzo di Twitter potrebbe presto essere rivoluzionato e i confini dei personaggi potrebbero persino rimanere indietro. Tuttavia, poco si sa ufficialmente della nuova funzionalità Note.

Agli albori di Twitter, il servizio era in grado di pubblicare brevi snippet di 140 caratteri, che sono più o meno la lunghezza di un tradizionale messaggio di testo. Nel 2017, un’importante revisione ha raddoppiato il punteggio, che da allora è stato di 280 marchi per tweet. La nuova funzionalità Note di Twitter potrebbe liberare ulteriormente l’attività di pubblicazione.

Twitter Notes è una nuova funzionalità ora in fase di sviluppo che ti permetterebbe di pubblicare testi più lunghi e stilizzati in un singolo tweet. Tutto sommato, Twitter potrebbe pubblicare contenuti modificati con un word processor, ad esempio, che i follower potrebbero quindi condividere in uno stile familiare.

La funzionalità è ora in fase di test con un numero limitato di utenti, ma Twitter non ha ancora ufficialmente sollevato il problema. Tuttavia, il servizio ha detto a TechCrunch che avrebbe annunciato l’aggiornamento “presto”.

Finora, gli utenti sono stati costretti a concatenare i loro tweet per pubblicare testi più lunghi. Anche gli screenshot di applicazioni per prendere appunti, ad esempio, sono stati ampiamente distribuiti ed esiste chiaramente la necessità di pubblicazioni più lunghe.

A maggio, Jane Machun Wong, che si è guadagnata la reputazione di modellatrice di schiena, ha pubblicato le immagini di uno strumento simile a Notes. Le immagini rivelate dalle profondità della versione dell’applicazione mostrano un campo di testo con i tradizionali strumenti di modifica dal grassetto al corsivo e dagli elenchi agli strumenti multimediali sopra.

Wong ha anche rivelato che è possibile aggiungere un’animazione GIF, un video o quattro foto a una pubblicazione. Tuttavia, non ci sono informazioni certe sulla riforma di Notes che è attualmente in fase di test, ma con il tempo la funzionalità potrebbe rivoluzionare l’uso di Twitter.