(ULTIM’ORA) Luigi Di Maio su Rai 1: “Vorrei fare un appello ai cittadini”

Pochi minuti fa, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è stato ospite a “ItaliaSì” su Rai1 e ha parlato della situazione epidemiologica del Coronavirus e non solo. Il ministro ha infatti spiegato le trattative in corso e i programmi per il futuro.

“Vedere le strade vuote in questo momento, con controlli serrati e droni, rappresenta una buona notizia. Noi facciamo i controlli, e mi dispiace se vengano fermati i lavoratori per 40 minuti, ma ci sono ancora i furbi. Rischiamo altrimenti di perdere tutto il lavoro fatto.”

Parlando poi delle relazioni con i Paesi Esteri, Luigi Di Maio ha dichiarato ai microfoni di Rai 1:

“Un mese fa l’Italia veniva visto come un caso a sé. Nel giro di qualche settimana tutto l’occidente è stato colpito e quei Paesi che sottovalutavano il Coronavirus, citavano il modello italiano. Sia nella prima fase che in questa fase abbiamo ricevuto grande solidarietà. Dei 30 paesi che ci sono stati vicini nessuno ha speso parole, ma hanno mandato aiuti. Senza aiuti dall’Estero non saremmo mai riusciti a difendere i nostri medici.”

“C’è stata anche una polemica su da dove arrivavano gli aiuti, quando devi salvare le vite delle persone questo non è importante. Ci ricorderemo di tutta l’amicizia che ci hanno dimostrato. Concludo le mie telefonate con i ministri esteri dicendo: “Voi resterete nel cuore degli italiani per sempre”. L’Europa si gioca la trattativa della vita. Stiamo lavorando per il miglior accordo possibile per aiutare giovani, meno giovani, lavorativi, disoccupati. Non esiste un’Unione Europea senza Italia. L’Italia non ha colpe, è stata colpita da questa pandemia, e di fronte a questa situazione l’UE si gioca la sua trattativa. In questi giorni ci giochiamo il futuro dei nostri nipoti.”

L’appello di Luigi Di Maio

Il ministro degli Esteri, ha lanciato un appello a tutti i cittadini chiedendo a gran voce di comprare prodotti italiani per supportare i nostri lavoratori in un momento tragico come questo che stiamo vivendo. Di seguito le sue parole:

“Abbiamo in atto una campagna per promuovere i prodotti Made in Italy. Vorrei che ogni prodotto avesse un QR code per far vedere le bellezze del nostro Paese, così nello stesso tempo esportiamo i nostri prodotti e portiamo turismo. Vorrei fare un appello: comprate Made in Italy. Mai come ora è arrivato il momento di sostenere i nostri lavoratori. Anche perché non perderete di qualità: i nostri prodotti sono i migliori, sia per quanto riguarda il palato, sia per il resto.”