L’OMS avverte: i giovani sono sempre più a rischio per il Coronavirus

coronavirus

In un primo momento, all’inizio della pandemia legata al Covid-19, il messaggio che era arrivato in modo abbastanza chiaro vedeva soprattutto gli anziani, immunodepressi e persone con patologie pregresse a serio rischio, mentre per tutti gli altri il Coronavirus avrebbe rappresentato al più una normale influenza.

NON E’ COSI’. Se inizialmente ai giovani era richiesto il rispetto delle norme sanitarie per evitare di contagiare individui più deboli, adesso le terapie intensive sono piene proprio di quei giovani molto restii al rispetto delle regole.

L’OMS è chiaro: tutti sono a rischio

Oltre ad essere ovviamente un comportamento egoista, è seriamente pericoloso. Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico del programma emergenze dell’OMS, ha ribadito come anche persone sulla trentina e quarantina stiano affollando le terapie intensive e i decessi stiano aumentando.

Il rispetto della quarantena è quindi fondamentale e il Coronavirus rappresenta una serissima minaccia non solo per gli over 65 ma per TUTTI. Ci auguriamo che le parole dell’esperta possano servire da ammonimento per chi ancora diffida dalle indicazioni, visto che la situazione durerà ancora a lungo.