Guide

Come liberare spazio su Windows 10

Potrete avere il miglior PC mai prodotto, con l’hard disk più capiente al mondo, ma prima o poi dovrete fare i conti con la continua ed inesorabile diminuzione di spazio libero. Volente o nolente infatti utilizzare un computer significa salvare file in continuazione. Quindi, se vuoi preservare i tuoi cari GB liberi, è consigliabile eseguire periodicamente una pulizia di tutti i file inutili e che non utilizzi più. Ecco tutti i metodi migliori per liberare spazio su Windows 10.

Liberare spazio con Sensore Memoria

Il primo metodo per liberare spazio su Windows 10 che vi consigliamo è lo strumento Sensore Memoria, raggiungibile recandosi in Impostazioni > Sistema > Archiviazione > Sensore Memoria. Il nuovo tool del sistema operativo di casa Redmond può essere avviato in maniera automatica, così da ripulire lo spazio sul disco non appena sarà insufficiente.

Spuntando le relative opzioni e premendo il tasto “Libera spazio ora”, Sensore Memoria di Windows 10 consente inoltre di eliminare diverse tipologie di file temporanei. Più precisamente i file non usati dalle applicazioni, quelli situati nel Cestino da più di 30 giorni e quelli che si trovano nella cartella Download ma che non sono stati più usati o modificati da 30 giorni.

Liberare spazio con Pulizia Disco

Un altro strumento molto facile e veloce da utilizzare per ripulire il computer dai file inutili è Pulizia Disco. Per accedervi premete prima sul tasto Cortana e poi cercate e aprite “Pulizia Disco”. A questo punto selezionate tutti i file che intendete cancellare e confermate la scelta per procedere con l’eliminazione.

Disinstallare giochi e app non utilizzati

Spesso sottovalutati sono i software installati ma oramai inutilizzati. Se volete cancellare un programma andate in Pannello di controllo > Programmi > Programmi e funzionalità, selezionate quello interessato e premete su “Disinstalla”. Se invece desiderate rimuovere giochi e app, fate lo stesso, questa volta recandovi in Impostazioni > App > App e funzionalità.

Eliminare i punti di ripristino

Una delle principali cause che potrebbe portare ad una grande diminuzione di memoria sul disco sono proprio i punti di ripristino creati da Windows, ovvero immagini del sistema che consentono all’utente di ripristinare una precedente versione nel caso in cui venisse riscontrato un problema software. Fortunatamente rimuoverli è davvero semplice, ma attenzione perché una volta eliminati non sarà più possibile utilizzarli.

Quindi, se volete eliminare i punti di ripristino, ecco cosa fare: premete sul tasto Cortana e cercate “Pulizia Disco”. Apritelo e spostatevi in Pulizia file di sistema > Altre opzioni > Ripristino configurazione di sistema e Copie shadow > Esegui pulizia. Ora sarà sufficiente selezionare “Elimina” per liberare ulteriore spazio su disco cancellando tutto, ad eccezione del punto di ripristino Windows più recente.

Eliminare i backup degli aggiornamenti

Un altro metodo davvero semplice che potrebbe aiutarvi a liberare molto spazio e recuperare fino a qualche GB di memoria è l’eliminazione relativa ai backup degli aggiornamenti eseguiti in precedenza, anche quelli rimasti in sospeso. Per eliminarli spostatevi in C:\Windows\SoftwareDistribution\Download e cancellate tutto il contenuto della cartella.

Fai click per commentare
Vai su