Android

LG K7i è il nuovo smartphone Android che combatte le zanzare

Potrebbe sembrare una follia eppure LG ha davvero prodotto uno smartphone che integra una “ultrasonic mosquito away technology”, il cui scopo ultimo è proprio quello di scacciare le tanto antipatiche quanto in alcuni casi pericolose zanzare.

Lo smartphone in questione è studiato per il mercato indiano dove effettivamente i piccoli insetti non sono solamente fastidiosi ma anzi rappresentano i principali forieri di patologie infettive endemiche quali Dengue, Chikungunya e Malaria, cionondimeno è interessante rilevare come l’azienda coreana si sia impegnata su un fronte che va oltre l’interesse economico.

Strategia di marketing o reale interesse socio-sanitario? Difficile dare una risposta univoca al quesito. Quel che è certo è però che LG ha tentato di ottenere risultati reali in un campo dove già diverse applicazioni, sviluppate a più riprese, non hanno dato soddisfazione all’utente.

Marketing a parte, LG propone per questo smartphone una doppia cover in confezione di vendita, una delle quali è caratterizzata da uno spessore maggiore giustificato dalla presenza del sistema anti-zanzara. Quest’ultimo basa la sua tecnologia sulla produzione di onde ultrasoniche con un range di frequenza superiore ai 30 kHz, innocue per l’uomo, che dovrebbero invece disturbare e quindi allontanare mosquitos di ogni tipo.

Trial clinici hanno dimostrato l’effettiva efficacia del sistema nello scacciare il 72,32% delle zanzare Anopheles gambiae, i più importanti vettori di Plasmodium falciparum, parassita che veicola la malaria. Una soluzione interessante soprattutto per il non coinvolgimento di sostanze chimiche e la non necessità di acquistare prodotti repellenti ulteriori.

LG K7i quindi, si propone in maniera piuttosto interessante sul mercato indiano, anche se le specifiche tecniche da entry level non lo rendono appetibile per un mercato più ampio. Questo smartphone dual SIM della casa sudcoreana infatti monta uno schermo full touch screen capacitivo da 5″, due fotocamere 8/5MP, processore quad-core da 1.1GHz, 2 GB di RAM e 16 GB di internal storage espandibile.

Anche la batteria removibile non promette grandi prestazioni con i suoi 2500 mAh e il sistema operativo preinstallato è solamente Android Marshmallow. Unica nota interessante è il lettore di impronte digitali che comunque da solo non risolleva un hardware non particolarmente performante.

LG K7i è commercializzato ad un prezzo di 7990 rupie, circa 100 euro al cambio attuale. Insomma, LG con questo device vince ma non convince completamente, chissà però che LG K7i non possa fare da capostipite per una serie di smartphone con prestazioni più competitive da commercializzare, magari, a livello globale.

Fai click per commentare
Vai su