Curiosità

LG completa il concetto di “casa smart” grazie a Google Assistant

LG SmartThinQ for a Connected Home Experience. Credits to lgnewsroom.com

LG ha rilasciato, nella giornata di ieri, un comunicato che farà felici tutti coloro che fanno della domotica una ragione di vita. Ben 87 tra piccoli e grandi elettrodomestici prodotti dalla casa coreana sono stati dotati di connettività WiFi e saranno compatibili con Google Assistant. E che Google Assistant sarebbe senza il nuovissimo speaker Google Home e la sua versione mini?

Un’operazione commerciale davvero interessante che lega in un rapporto di reciproca dipendenza lo speaker Google e gli elettrodomestici LG. Grazie all’assistente vocale di Google infatti sarà possibile gestire con dei semplici comandi vocali una moltitudine di elettrodomestici, dalla lavatrice al condizionatore, dal forno alla lavastoviglie.

Come riportato nel comunicato, tutto ciò ha lo scopo di offrire all’utente “nuove modalità di controllo delle proprie abitazioni” affinché possa godere appieno dei benefici di una casa smart. E se non bastasse, la casa coreana rilancia affermando che amplierà la compatibilità e le funzionalità di Google Assistant sugli smartphone LG annunciati in primavera.

Insomma, non ci sarà più bisogno di fare la spola tra divano e lavatrice per sapere quanto manca alla fine del lavaggio. Tanto meno rimarrete senza ghiaccio nelle torride giornate estive. Basterà rivolgersi a Google Assistant nel raggio di azione del vostro Google Home oppure utilizzare lo smartphone per gestire lavatrici e congelatori LG smart.

Forse il futuro è davvero arrivato. L’app proprietaria SmartThinQ, infatti, sarà in grado di analizzare le abitudini dell’utente e creare dei preset sugli elettrodomestici di interesse. In questo modo notificherà la necessità di cambiare i filtri di congelatori e condizionatori o magari preriscaldare il forno prima del vostro rientro.

Insomma, come confermato da Song Dae-hyun, CEO di LG, la collaborazione con Google è solo un esempio di una strategia con più ampio respiro sintetizzata con il motto “Open Partnership, Open Platform, and Open Connectivity.”

Fai click per commentare
Vai su