Lazio: obbligo vaccino antinfluenzale da settembre per gli over 65

vaccino coronavirus

Dal 15 settembre sarà obbligatorio, per tutte le persone di età superiore ai 65 anni e per tutto il personale sanitario, il vaccino antinfluenzale e anti pneumococcica (il pneumococco è il principale batterio responsabile della polmonite).

Il presidente della Regione Lazio, Zingaretti, ha firmato l’ordinanza che prevede l’inidoneità temporanea, se non viene fatto il vaccino, del personale sanitario a svolgere il proprio lavoro mentre per gli over 65 prevede l’impossibilità di accedere a centri anziani o altri luoghi di aggregazione che non garantiscono il distanziamento sociale.

Vaccino anche per i bambini

Inoltre non è obbligatorio ma si consiglia fortemente il vaccino per i bimbi tra i 6 mesi e i 6 anni attraverso il pieno coinvolgimento dei pediatri di libera scelta. Zingaretti ha commentato:

“Con questa ordinanza il Lazio raccoglie l’appello lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per ridurre i fattori confondenti per il COVID-19 in presenza di sintomi analoghi”.