La prima Touch Bar di Apple diventa ufficialmente “vintage”

Il primo MacBook Pro con Touch Bar diventerà ufficialmente vintage nel catalogo di Apple il 31 luglio. Uno dei tanti dispositivi il cui tracciamento hardware inizierà a diminuire.

Essere vintage non è necessariamente una brutta cosa di questi tempi. Ha il suo fascino. In Apple questo non significa ancora scomparire dal catalogo, ma è il primo livello verso l’obsoleto.

Nella sua lista aggiornata di questo mese, il marchio Apple annuncia l’arrivo nella sua lista di prodotti vintage di un dispositivo emblematico: il primissimo MacBook Pro con Touch Bar (nelle versioni da 13 e 15 pollici).

La Touch Bar di “Non ti amo nemmeno”

Lanciato alla fine del 2016 con un nuovo design, il MacBook Pro è arrivato con un po’ di civetteria che Apple sperava fosse un’innovazione. La Touch Bar ha poi sostituito i tasti Fn per consentire anche molteplici funzioni (luminosità, volume, scorciatoie varie, ecc.), ma anche un rapido accesso ai menu (emoji, Final Cut Pro, video, ecc.).

Questa riprogettazione ha segnato anche l’arrivo di più porte USB-C, la tastiera a farfalla, il Touch ID, la fine della ricarica MagSafe (di nuovo sugli ultimi MacBook Pro e MacBook Air), ma anche una più grande.

Apple MacBook Pro

Sfortunatamente per i team di Cupertino, pochi sviluppatori sapevano/volevano sfruttare l’innovazione portata da questa touch bar volendo essere multifunzionali. La Touch Bar è stata un elemento di divisione per gli utenti, alcuni lo adorano, altri odiano il concetto. Da allora, Apple lo ha abbandonato su questi ultimi MacBook Pro 14 e 16. Persiste sul nuovo MacBook Pro da 13 pollici con chip M2, ma senza dubbio per svendere l’ultimo chassis.

iPad Pro e MacBook Air interessati

I MacBook Pro da 13 pollici e 15 pollici con Touch Bar sono stati sospesi dalla metà del 2017. Hanno quindi raggiunto il fatidico traguardo dei cinque anni dal loro ritiro e si ritroveranno quindi ad essere inseriti nella lista dei prodotti vintage per Apple il 31 luglio, avvistato il sito MacRumors in una nota interna. Ma non saranno gli unici. L’elenco comprende molti prodotti:

  • MacBook Pro 13 pollici 2016 (due e quattro porte Thunderbolt)
  • MacBook Pro 15 pollici 2016
  • MacBook Air da 13 pollici (inizio 2015)
  • MacBook da 12 pollici (inizio 2016)
  • iMac (21,5 pollici, fine 2015)
  • iMac (27 pollici, Retina 5K, fine 2015)
  • iPad Pro da 9,7 pollici
  • iPad mini (2012)

Andare vintage non significa che questi prodotti vengano scartati. Le riparazioni possono essere effettuate presso gli Apple Store o presso i riparatori autorizzati per un massimo di due anni dopo l’inserzione, in base alla disponibilità delle parti. Tra due anni saranno classificati come “obsoleti” e lì le riparazioni ufficiali saranno terminate.