iPhone 14: nonostante il suo chip più vecchio, avrebbe energia da vendere

Anche se l’iPhone 14 non dovesse essere equipaggiato con il nuovo chip A16 Bionic, Apple fornirebbe comunque alcune novità per migliorarne le prestazioni.

L’iPhone 14 e 14 Max non dovrebbe sfruttare gli ultimi chip A16 Bionic di Apple per lasciare l’esclusività ai modelli Pro. Questa piccola musica accompagna ormai da qualche mese le indiscrezioni sul prossimo iPhone.

Dal momento che il chip 16 si pubblicizza come molto vicino all’A15, la differenza di potenza non dovrebbe essere significativa. Apprendiamo oggi Via un tweet del leaker ShrimpApplePro che il divario dovrebbe essere ancora più piccolo.

Un iPhone 14 più potente del 13

Il leaker scrive: “Nonostante l’utilizzo di * alcuni * vecchi componenti, l’iPhone 14 non professionale supera comunque la serie iPhone 13”. intendo dire con quello. Implica che il nuovo iPhone avrebbe un nuovo modem e un nuovo design interno, oltre ad altre modifiche non dettagliate nel suo tweet.

Tra i probabili cambiamenti, Mac Rumors cita l’aggiunta di 2 GB di RAM aggiuntiva, offrendo 6 GB.

Verso un iPhone 14 snello quest’anno

Una decisione che potrebbe essere probabilmente motivata dal fatto che l’iPhone 14 attualmente appare molto vicino all’iPhone 13 sulla carta. La maggior parte delle novità attese, infatti, si concentra sui modelli Pro, come la scomparsa del Notch, il nuovo chip, una nuova unità fotografica con sensore da 48 megapixel…

Insomma, una piccola spinta per dare un’impressione di cambiamento sul modello base è benvenuta, va da sé. Possiamo anche citare l’aspetto di un modello Max, che permetterebbe di offrire una grande dimensione della lastra senza dover pagare il prezzo elevato di un modello Pro se non si è interessati alle sue aggiunte.