“Il Coronavirus è una bufala”, fa una festa di famiglia e si contagiano tutti

Il 43enne Tony Green del Texas non ha mai creduto al Coronavirus, in quanto secondo lui era tutta una messa in scena per screditare il presidente Trump. Proprio per questo motivo ha organizzato una festa di famiglia in cui gli invitati erano 14.

Da quella festa ne sono usciti tutti positivi al Coronavirus e a quel punto Tony Green ha dovuto ricredersi: sorelle, suoceri e nonna, anch’essi invitati, sono risultati positivi e la suocera, dopo essere stata ricoverata in ospedale, non ce l’ha fatta.

Insomma, l’idea che fossero stati i Democratici a diffondere la “bufala” del Coronavirus è crollata ben presto per Tony, che aveva dichiarato:

“Ero convinto che la questione Coronavirus fosse solo una bufala messa in giro da Democratici per screditare Trump, distruggere l’economia e impedire la sua rielezione a presidente degli Stati Uniti”

Dopo la vicenda, il 43enne si è detto in colpa per aver fatto credere anche a tutta la famiglia che il Covid fosse tutta una messa in scena. La festa gli è costata cara!