Il 35% degli smartphone Android sarà presto in balia degli hacker

Il 35% degli smartphone Android sarà presto privato delle patch di sicurezza. Senza queste patch, i telefoni si ritroveranno vulnerabili agli hack. Molti dispositivi non sono in grado di installare una versione più recente del sistema operativo di Google.

Bitdefender, il famoso antivirus, ha appena pubblicato un report dedicato alla sicurezza degli smartphone Android. Gli esperti di sicurezza informatica dell’azienda puntano il dito contro la distribuzione di Android. “I dispositivi Android occupano circa il 70% del mercato, ma molti di questi dispositivi rappresentano un rischio per la sicurezza perché Google non li supporta più”, afferma Bitdefender.

Molti telefoni funzionano ancora con versioni di Android vecchie di anni. Prive di patch di sicurezza, queste versioni precedenti sono i gateway preferiti dagli hacker. Troppi consumatori trascurano l’importanza delle patch e continuano a utilizzare un dispositivo vulnerabile anni dopo che è stato dichiarato obsoleto dal produttore, lamenta il rapporto.

Il 20% degli smartphone Android è già vulnerabile

“Possiamo ancora trovare dispositivi che eseguono versioni di Android rilasciate dieci anni fa e sono molto più diffusi di quanto si possa pensare”, afferma Bitdefender. Per dimostrare le sue affermazioni, la società ha esaminato gli smartphone che utilizzano l’app Bitdefender. Come previsto, ci sono una miriade di dispositivi che non sono stati aggiornati ad Android 12 o Android 11.

Nel dettaglio, Android 12 rappresenta il 36,47% degli smartphone presi in considerazione nello studio. Da parte sua, Android 11 è installato sul 29,15% dei dispositivi. Nota che Android 10 equipaggia ancora il 15,03% dei telefoni. Come sottolinea Bitdefender, questa versione di Android non sarà più supportata da Google da settembre 2022, quando Android 13 verrà distribuito nella versione finale e stabile.

Di fatto, il 35% degli smartphone Android in circolazione nel mondo sarà privato delle patch di sicurezza, il che lascia la porta aperta agli hacker. Senza tener conto di Android 10, ci rendiamo conto che il 20% dei dispositivi è già vulnerabile. Bitdefender consiglia di “considerare il periodo di supporto quando si acquista un nuovo dispositivo”. L’azienda consiglia di evitare telefoni con supporto software insufficiente.

Torna in alto