Notizie

HenBox, ecco il malware anti-terrorismo

Il male va combattuto con tutti i mezzi e lo spionaggio degli apparecchi tecnologici da molti anni è il metodo principale per tenere sotto controllo individui a rischio e gruppi pericolosi. Sembra questa la vocazione di HenBox, malware diffuso sul sistema operativo Android. Punta a controllare la fotocamera e i microfono dei device su cui è presente, catturando anche quante più informazioni possibili dalle chat relative a servizi di messaggistica e social network.

Questa “minaccia” (dipende da come la intendete visto il presunto scopo) colpisce soprattutto i device orientali come gli Xiaomi in una particolare area nel Nord-Ovest della Cina dove risiede una comunità musulmana legata alla Turchia. Sebbene sia annidato anche su alcune app disponibili sul Play Store, il malware si diffonde principalmente tramite apk caricati su piattaforme alternative, che come già ribadito in precedenza sono spesso veicoli di programmi malevoli.

Evitando quindi sorgenti sconosciute per il download di software, controllando le recensioni e non concedendo permessi particolarmente strani, dovreste essere al sicuro da HenBox. Come sempre, il buon senso e l’attenzione sono i migliori strumenti contro questi software malevoli, al contrario di molti anti-virus farlocchi che non fanno altro che occupare memoria sul proprio smartphone per fini di lucro.


Fai click per commentare
Vai su