Curiosità

Gli Stockisti chiude. Arresti ed evasione fiscale per 50 milioni di euro

E’ di poche ore fa la notizia che l’e-commerce Gli Stockisti, conosciuto da qualsiasi appassionato di tecnologia, è finito nel mirino della Polizia di Stato e dell’Ufficio delle dogane di Roma con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata all’evasione fiscale. Stando alle ultime informazioni condivise da chi sta seguendo il caso, finora sono stati eseguiti 10 arresti, mentre altre 8 persone risultano latitanti.

Il sistema creato oramai 5 anni fa e gestito da una società maltese, che ogni anno si appoggiava ad aziende italiane che fungevano da prestanome, col fine di evadere i controlli da parte dell’amministrazione fiscale italiana, permetteva loro di garantire a tutti gli acquirenti dei prezzi ben più bassi rispetto a quelli dei listini ufficiali, tanto da competere con altri colossi del commercio online.

Si parla infatti di un volume d’affari di ben 250 milioni di euro e circa 50 milioni di euro di evasione stimati. In questo momento la Polizia Postale sta procedendo ad oscurare il sito de Gli Stockisti, i quali provano a rassicurare gli utenti che la società è attiva e funzionante, e che le indagini di routine delle autorità competenti si stanno svolgendo in completa trasparenza.

2 Commenti
  • Ivan Russo

    Perché qualcuno crede che ci sia qualcuno che paghi l’IVA quando i prezzi sono così bassi? Guarda caso gli smartphone al Day One si trovano sempre con un 20% in meno..

    • Quando i prezzi sono fin troppo bassi è sempre meglio farsi due domande. Sinceramente non credevo però in un esito di questo genere per gli stockisti

Vai su