GF Vip: Fausto Leali squalificato per razzismo

Il grande cantautore italiano originario di Nuvolento, in provincia di Brescia, ci ricasca. Dopo le frasi discutibili sul fascismo e Mussolini che, secondo lui, “ha fatto tante cose buone“, Fausto Leali commette un altro grande scivolone.

Perché Fausto Leali è stato espulso

Il 75enne infatti ha usato la parola “negro” per rivolgersi a Enock Barwuah, il fratello di Mario Balotelli, e ha poi aggiunto che “nero è un colore, negro è la razza“.

Senza scomporsi il ragazzo ha subito risposto di aver utilizzato il termine in maniera inappropriata: “Ho capito cosa vuoi dire ma è una parola che non dev’essere detta. Altrimenti le persone pensano che è normale dirlo, ma non lo è“.

La decisione della produzione

Come facilmente intuibile la redazione dello reality show di casa Mediaset non si è fatta attendere. Fausto Leali è stato espulso dal Grande Fratello Vip.

A comunicare la decisione in diretta è stato il presentatore Alfonso Signorini: “Il pubblico ti conosce bene, sia come grandissima artista che come grande uomo. Aldilà delle tue intenzioni reali, però, il peso delle parole che hai pronunciato può e deve avere una sola conseguenza: Fausto, sei ufficialmente squalificato dal GF Vip“.