Notizie

GearBest chiuso per vendita di sostanze con nicotina. Cosa sta succedendo?

Da qualche giorno l’e-commerce cinese GearBest non è raggiungibile dall’Italia. Il sito è stato infatti chiuso ed oscurato – speriamo solo temporaneamente -, e navigando su di esso è possibile leggere una avvertenza dell’Agenzie delle Dogane e dei Monopoli che comunica il motivo per cui il noto e-shop è stato chiuso.

In linea con quanto previsto dall’articolo 1, comma 50-bis, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, a cui è stata data attuazione con decreto direttoriale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli del 15 novembre 2017, concernente l’estensione al settore dei tabacchi delle procedure di rimozione dai siti web dell’offerta illegale online, già disciplinate dal decreto direttoriale del 2 gennaio 2007, il sito richiesto non è raggiungibile perché sprovvisto delle autorizzazioni necessarie per offrire prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide contenenti nicotina e/o perché l’offerta a distanza, sul territorio nazionale, di tabacchi lavorati è vietata.

Stando alle parole dei nostri collaboratori, GearBest tornerà visibile molto presto. L’e-commerce infatti non avrebbe mai venduto sostanze liquide contenenti nicotina nel nostro Paese e l’accaduto sarebbe frutto di un malinteso dovuto dai controlli molto ristrettivi delle autorità competenti italiane. Al momento il sito è comunque raggiungibile tramite l’indirizzo https://it.gearbest.com.


Fai click per commentare
Vai su