Galaxy Fit 3: Samsung sarebbe presto tornata a competere con Xiaomi

Le indicazioni fornite dai moderatori del forum della community Samsung coreana indicano l’imminente rilascio di un successore dell’ultimo braccialetto connesso dell’azienda: il Galaxy Fit 2.

Mentre tutte le voci sui dispositivi indossabili Samsung si concentrano sul suo futuro orologio connesso, il Galaxy Watch 5, le perdite sono comunque poche per quanto riguarda i suoi braccialetti collegati, l’ultima versione dei quali risale al Galaxy Fit 2 a settembre 2020 Da allora, non abbiamo aveva notizie sul rilascio di un successore dalla parte dell’azienda coreana, fino a poco tempo fa.

Indiscrezioni dal forum Samsung?

Nuove informazioni dal forum coreano Samsung Community sembrano fornire alcuni dettagli sul possibile rilascio di un nuovo braccialetto connesso dall’azienda. Sembra che ora abbiamo una finestra di rilascio “probabile” per il Galaxy Fit 3. Su una delle risposte fornite da un utente e presentata come risposta corretta dagli amministratori del forum, possiamo leggere che il Galaxy Fit 3 potrebbe vedere la luce nella seconda metà del 2022 o all’inizio del prossimo anno, il che lo collocherebbe approssimativamente nel periodo di lancio del prossimo Galaxy S23.

Un prezzo simile al modello precedente

Non sappiamo ancora il prezzo esatto di questo futuro braccialetto connesso, ma un’altra risposta accettata dai moderatori del forum indica che potrebbe essere proposto ad un prezzo simile al modello precedente, che era stato proposto a 59 euro quando è stato rilasciato. . Questo braccialetto si troverebbe di fronte al prossimo braccialetto connesso di Xiaomi, lo Smart Band 7 già annunciato in Cina. Potrebbe essere commercializzato qui a un prezzo equivalente e succederà alla Smart Band 6 lanciata a marzo 2021.

Oggi molti braccialetti fanno quasi quanto alcuni orologi connessi con funzionalità generalmente riservate a prodotti più costosi come la misurazione del livello di ossigeno, lo schermo Always-On o il GPS. Samsung dovrà quindi recuperare terreno per rientrare in un mercato in cui la concorrenza è ulteriormente aumentata. Queste informazioni potrebbero provenire sicuramente da Samsung, ma vanno comunque prese con le pinze in attesa di un vero e proprio annuncio da parte loro.