Fire Emblem fa eco a Deen o Sonya?

Sia Sonya che Deen compaiono durante il terzo capitolo di Fire Emblem Echoes, ma puoi reclutarne solo uno. Entrambi portano qualcosa di unico alla festa ed entrambi hanno i loro vantaggi e svantaggi. In questa guida, abbiamo dettagliato se dovresti scegliere Deen o Sonya in Fire Emblem Echoes e i motivi.

Per aiutarti a rendere questa decisione molto più semplice per te, abbiamo dettagliato tutto ciò che devi sapere su entrambi questi personaggi, inclusi i loro punti di forza e di debolezza in questa guida.

Scegliere Deen o Sony in Fire Emblem Echoes

Una delle prime e più importanti cose da notare è che il potenziale di crescita di Sonya è immenso rispetto a Deen. Anche se Deen appartiene alla classe Swordsman, Sonya è un’opzione leggermente migliore. Entro la fine del capitolo 3, dovresti avere più spadaccini oltre a Deen, per questo consiglio Sonya.

Portare un altro spadaccino nella tua squadra non è certamente così vantaggioso come portare un altro mago. Consigliamo Sonya come la scelta significativamente migliore perché i maghi sono spesso una delle classi più adattabili del gioco.

La sua incredibile gamma di incantesimi le consente di infliggere una quantità consistente di danni dalla linea di fondo. Questo è qualcosa che non puoi minare in Shadows of Valentia. Inoltre, guadagna un’incredibile quantità di XP durante la battaglia.

Consiglio anche di investire in incantesimi di recupero ogni volta che decidi di cambiare la sua classe. Se sei a tuo agio con Deen, allora, con tutti i mezzi, trovo che Sonya sia un giocatore migliore.

Ultimo ma non meno importante, oltre al suo incredibile potenziale di crescita, brandisce anche Excalibur, che è incredibilmente forte in FEE: Shadows of Valentia.

Con queste informazioni, ora dovrebbe essere molto più facile per te scegliere tra Deen o Sonya in Fire Emblem Echoes.

Torna in alto