È stata testata una nuova funzionalità di Twitter: puoi pubblicare un tweet insieme a un altro account

Twitter sta testando una funzionalità interessante, CoTweet. Alcuni utenti possono ora pubblicare tweet congiunti con un altro account.

Twitter ha recentemente lanciato un test limitato in cui gli utenti selezionati casualmente possono pubblicare contenuti insieme a un altro account. Secondo Twitter, è, ad esempio, un modo adatto a diversi marchi e altri partner, ad esempio, prendere posizione o informare sulle novità in modo più fluido di prima.

Il servizio di messaggistica ha sviluppato negli ultimi mesi pubblicazioni congiunte e ora sono state pubblicate per un test temporaneo, la cui durata non è stata ancora specificata in modo più dettagliato. Tuttavia, è già stata pubblicata una pagina informativa aggiuntiva separata per la riforma CoTweet.

Pubblicare un tweet congiunto è facile. Quando scrivi un tweet, puoi, per così dire, collegarti a un altro account, il cui amministratore deve ancora approvare la cooperazione prima di pubblicare il contenuto. Il tweet pubblicato mostra entrambi gli account che hanno partecipato alla sua creazione.

Se uno degli editori finisce in strada in seguito, puoi anche nascondere facilmente l’account dalla connessione tweet. La cancellazione dell’intera pubblicazione, invece, è possibile solo per la persona che l’ha scritta.

Quando si risponde a una pubblicazione congiunta, sembrerebbe che le risposte nella catena di tweet vadano solo all’autore della pubblicazione, ma in realtà entrambi ricevono una notifica delle reazioni. Almeno per il momento, le pubblicazioni congiunte possono essere effettuate solo tra due conti.

In passato, ad esempio, su Instagram è già stata aggiunta una funzione molto simile, che ha consentito un’ampia gamma di collaborazioni. L’obiettivo di Twitter è anche aumentare il senso di comunità nel servizio di messaggistica con la riforma.

Il tweet di esempio di seguito è stato prodotto da due account. È necessario aprire la pubblicazione in una nuova scheda, poiché il contenuto incorporato non supporta ancora la nuova funzionalità.